Messina. Violenza su minore, carcere per il medico

MESSINA – E’ finito in carcere il medico 32enne specializzando di medicina nucleare del Policlinico di Messina che si trovava agli arresti domiciliari in casa dei genitori con l’accusa di violenza sessuale su un ragazzo di 15 anni. A decidere il carcere per il medico è stato il gip Luana Lino che ha accolto la richiesta del sostituto procuratore Vincenzo Cefalo. Il medico, figlio di un noto primario ortopedico, ieri era stato sospeso dal rettore dell’Università. L’episodio di violenza sessuale di cui è accusato il medico specializzando si è vericato giovedì scorso all’interno del Policlinico. Era stato lo stesso 15enne, che si trovava in compagnia della madre, a raccontare alla polizia che il medico con una scusa lo aveva fatto entrare in una stanza dove sarebbe stato costretto ad atti sessuali. L’arrestato durante l’interrogatorio ha sostenuto di essere stato avvicinato dal ragazzo.

Leave a Response