Taormina. Rifiuti, la gestione affidata all’Ato

TAORMINA – Il commissario straordinario della Regione ha definito la pratica per il passaggio della gestione del servizio di raccolta e smaltimento della nettezza urbana all’Ato di zona che ha sede nella frazione di Trappitello. L’operazione burocratica è stata completata ieri sera al termine di una serie di verifiche amministrative. Per il momento le cose non dovrebbero cambiare di molto. Il servizio, infatti, resta affidato a MessinAmbiente che da diversi anni cura il settore. Resterà in zona almeno sino a tutto il 2010, vale a dire sino a quando non scadrà il suo contratto con Palazzo dei Giurati.  “Si, però –dice l’assessore all’igiene, Costantino Papale- da ora in poi tutti i contatti saranno regolati da un filo diretto tra il Comune e l’ATO. MessinAmbiente dipenderà direttamente dall’Azienda d’ambito”.
L’iniziativa della Regione chiude un lungo periodo d’indecisioni e di prese di posizione. Per diversi anni le amministrazioni comunali taorminesi, consigliate anche da qualche parere legale, hanno preferito lasciare in vita il contratto con MessinAmbiente. Di recente, comunque, il passaggio all’ATO del servizio era stato avviato, in base a precise disposizioni di legge della Regione, dal commissario straordinario presso il Comune, Antonino La Mattina che, sino a giugno del 2008, amministrò Taormina dopo la scomparsa del sindaco Carmelantonio D’Agostino. Il funzionario regionale che ha agito in sostituzione dell’amministrazione comunale, quindi, ha semplicemente completato l’iter. “Ieri –aggiunge Papale- abbiamo definito anche il passaggio di consegne. Ora bisognerà rivedere tutte le procedure operative tenendo conto delle disposizioni dell’ATO alla quale chiediamo di tenere conto delle particolari esigenze di Taormina e della sua industria turistica. Importante è che la città sia sempre pulita, dignitosa, accogliente. Siamo convinti che l’ATO saprà curare tutto con la necessaria oculatezza”.
Intanto, però, gli amministratori di Palazzo dei Giurati hanno registrato un particolare che ha destato qualche perplessità. Pare che le discariche di riferimento restano chiuse la domenica ed i giorni festivi. Questo vuol dire che sarà necessario trovare soluzioni. Non è accettabile, infatti, che nei giorni di festa (compresi Ferragosto, il Lunedì di Pasqua, il I° Maggio e tutte le domeniche specialmente nel periodo estivo) la città resti con la spazzatura non smaltita.  “Si tratta –dice ancora Papale- di una questione che dobbiamo verificare e, quindi, accertare se è vero quanto ci è stato riferito. Siamo convinti che, eventualmente, le soluzioni esistono e che l’ATO interverrà nella maniera più efficace possibile. Non voglio nemmeno pensare ad una città in difficoltà perché le discariche convenzionate sono chiuse nei festivi, nei giorni di TaorminArte, del clou del movimento turistico”.
Intanto, l’amministrazione ha già dato disposizione agli uffici comunali di predisporre un piano servizio, i preventivi e gli impegni finanziari da inserire in bilancio. Procedure necessarie per assegnare all’ATO anche il lavaggio delle strade interne e la pulizia giornaliera delle spiagge. “Chiediamo che da maggio a fine settembre si operi anche in questi settori. E’ indispensabile che le strade siano sempre pulite e le spiagge prive di rifiuti. E’ nostro preciso compito salvaguardare l’immagine della città per venire incontro alle necessità dell’industria del turismo”.

Leave a Response