Ponte. Cimino: ”la Sicilia più vicina al Continente”

 PALERMO – “Il Ponte sullo Stretto finalmente esce dalle nebbie per diventare opera strategica per il Sud e per l’Europa. La delibera del Cipe che assegna 1,3 miliardi di euro per l’avvio dei lavori tra Messina e la Calabria assume una valenza più marcata in quanto è la dimostrazione che il percorso ipotizzato per realizzare l’opera diventa oggi concreto e fattibile”.
Lo dichiara l’assessore al Bilancio e Finanze, Michele Cimino, il quale ringrazia il sottosegretario alla Presidenza, Gianfranco Miccichè, e il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, che “nei diversi ruoli si sono battuti con caparbietà perché il Ponte sullo Stretto contribuisca ad accorciare il gap infrastrutturale che oggi penalizza la Sicilia sia a livello autostradale che ferroviario”.
“Ma accanto al finanziamento per il Ponte – prosegue Cimino – non bisogna dimenticare che il Cipe ha deliberato anche per ulteriori lotti dell’Agrigento-Caltanisetta, della SS117bis Caltanisetta-Elicodia Eubea, della strada di collegamento tra la SS514 e la 194 la cosidetta Ragusana,  le reti metropolitana di Palermo e di Catania, gli schemi idrici. Importate anche è stata la riunione pre-Cipe che ieri ha fatto proprie le linee guida del fondo Fas siciliano: è stata una presa d’atto che sarà ratificata nella prossima seduta per dare il via ad altre opere programmate”.

Leave a Response