Messina. Tumori cereberali, 9 mln per la ricerca

MESSINA – Due progetti di ricerca di grandissima rilevanza che vedranno protagonista l’Università di Messina sono stati finanziati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per un importo di circa 9 milioni e mezzo con la possibilità di ottenere entro pochi mesi ulteriori finanziamenti per oltre 4 milioni.I due progetti prevedono la creazione a Messina di un centro di ricerca e cura per i tumori cerebrali. Grazie ai finanziamenti concessi si acquisiranno tecnologie innovative che si aggiungono a quelle già esistenti al Policlinico (Cyberknife). Sono previsti anche piani di formazione per professionalità tecniche molto elevate e ricercatori in campo oncologico. Partner dei progetti sono il Cnr di Pisa e l’Ospedale San Raffaele. L’Università di Messina, grazie a risorse nazionali, consolida così il suo ruolo istituzionale di forte impatto scientifico nella costituzione di un polo oncologico che possa essere punto di riferimento per il Sud Italia. Per completezza di tecnologie il Centro di neurochirurgia, neuroscienze e diagnostica per immagini e oncologia presso il Policlinico di Messina, grazie alle nuove acquisizioni diventa il secondo in Italia e uno dei pochi ad altissima specializzazione in Europa. “ Si tratta di due progetti di grande importanza scientifica ai quali da tempo si lavora. Ora con l’assegnazione dei finanziamenti – ha dichiarato il prof. Tomasello, rettore e direttore della clinica neurochirurgica – dovremo in un tempo massimo di 48 mesi concludere il progetto. E’ un riconoscimento importante per la nostra università e per chi è impegnato nella ricerca scientifica. La creazione di questo Centro rappresenta – a mio avviso – un contributo rilevante in campo oncologico al servizio del nostro territorio, dei nostri pazienti e dei nostri giovani studiosi”. Il progetto nei sui particolari, e con riferimento alle ricadute oltre che scientifiche anche economiche sul territorio, sarà presentato martedì prossimo nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 10,30 nei locali dell’Accademia dei Pericolanti.

Leave a Response