Messina. Istituita la sezione provinciale Anci giovani

MESSINA – Questa mattina, a Messina, nell’aula delle Commissioni consiliari di Palazzo Zanca, sede del Municipio, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della sezione Anci Giovane della provincia di Messina.
Sono intervenuti il coordinatore nazionale di Anci Giovane, il consigliere comunale di Nizza Sicilia Giacomo D’Arrigo, i consiglieri comunali Nicola Barbalace e Giorgio Muscolino per il Comune di Messina, il consigliere comunale Nino Munafò per il comune di Barcellona Pozzo di Gotto e il consigliere comunale Danilo Lo Giudice del comune di Santa Teresa di Riva.
E’ intervenuto alla conferenza stampa per porgere il proprio saluto il sindaco di Savoca e coordinatore Provinciale di Anci dott. Antonino Bartolotta.
Nel corso della conferenza stampa è stata presentata la sezione messinese di Anci Giovane che raggruppa gli amministratori under 35 presenti nella nostra provincia, con l’obiettivo di creare una rete tra coloro che operano negli enti locali (sindaci, assessori, consiglieri comunali) e fare sistema attraverso lo scambio delle proprie esperienze.
Anci è un organizzazione a supporto degli amministratori che  rappresenta i comuni, le città metropolitane e gli enti di derivazione comunale dinanzi a istituzioni e organismi internazionali e dell’Unione Europea, Comitato delle Regioni, Parlamento della Repubblica, Governo, Regioni, organi della Pubblica Amministrazione e a ogni altro soggetto, di rilievo istituzionale, che eserciti funzioni di interesse locale; ne promuove lo sviluppo e la crescita; ne tutela e rappresenta gli interessi, anche nei rapporti con le altre istituzioni e amministrazioni, con le organizzazioni economiche, politiche, sindacali e sociali nazionali, comunitarie ed internazionali; in particolare, tiene stabili rapporti politici e istituzionali con la conferenza dei presidenti delle Regioni, con l’Upi, con l’Uncem, e con le altre organizzazioni che si occupino di questioni d’interesse del sistema delle autonomie; cura la raccolta, analisi e diffusione dei dati e delle informazioni riguardanti le Città metropolitane, i Comuni italiani e gli enti di derivazione comunale; riceve dai Comuni e dalla Pubblica Amministrazione centrale e periferica tutti i dati e le informazioni per la gestione e della cura degli archivi pubblici;svolge attività di sostegno, assistenza tecnica ed erogazione di servizi nell’interesse e nei confronti dei Comuni italiani singoli o associati e delle Città metropolitane e degli enti soci, anche su incarico della Pubblica amministrazione, ai suoi diversi livelli e articolazioni; promuove e diffonde, a tutti i livelli, la coscienza dei valori della sussidiarietà, dell’autonomia, del decentramento. promuovere lo studio di problemi che interessino gli associati; intervenire con propri rappresentanti in ogni sede nella quale si discutano o si amministrino interessi delle istituzioni locali rappresentate; prestare informazione, consulenza ed assistenza agli associati, direttamente o mediante altri soggetti, anche partecipati; partecipare nei modi previsti dalla legge alla contrattazione collettiva di lavoro per il personale degli Enti; aprire uffici di rappresentanza in altri Paesi o Unioni di Stati; promuovere e incoraggiare iniziative per l’educazione civica dei cittadini e per diffondere la conoscenza delle istituzioni locali; studiare e proporre l’adozione di misure per sollecitare la partecipazione dei cittadini alla vita delle autonomie locali; promuovere e coordinare, in via esclusiva, le relazioni internazionali e le attività di cooperazione allo sviluppo, nello spirito di solidarietà fra i governi locali; dar vita, partecipare o contribuire a fondazioni, associazioni, istituzioni specializzate, consorzi, società di capitali o altri enti il cui oggetto sia connesso alle attività e agli scopi dell’Associazione; ricevere e gestire finanziamenti, pubblici e privati; promuovere, coordinare, gestire programmi comunitari, nazionali e regionali; cooperare nello sviluppo di progetti finanziati, con autorità nazionali, regionali, locali; gestire, per conto delle medesime autorità, progetti e programmi di diversa natura; compiere ogni altra operazione, anche di natura finanziaria, necessaria e/o utile al perseguimento dei superiori scopi.
Nei prossimi giorni è prevista la prima assemblea provinciale che punta a raccogliere le adesioni di tutti i giovani amministratori della Provincia di Messina con lo scopo di radicare la struttura tra tutti i comuni del nostro territorio che, come è noto raccoglie ben 108 comuni.
Nel corso della conferenza è emerso come cominciano ad essere molti i giovani amministratori presenti nel nostro territorio, sia nella fascia ionica che in quella tirrenica; lo stesso comune capoluogo è uscito dalle ultime amministrative con un età media tra i consiglieri, tra le più basse degli ultimi decenni. Si è sottolineata l’importanza della presenza dei giovani all’interno degli enti locali per il loro apporto di idee e novità che riescono a dare al territorio, soprattutto al nostro territorio.
Nel corso della conferenza è stata presentata la Prima Assemblea Nazionale programmatica di Anci Giovane che si terrà il 13 e il 14 Marzo a Taormina.
Tra le altre iniziative Anci Giovane è sbarcata anche su Facebook con il gruppo “Anci Giovane – Giovani Amministratori”

Leave a Response