S. Teresa. Omaggio a Quasimodo a 50 anni dal Nobel

S. TERESA – L’Università della Terza Età di S. Teresa di Riva ha reso omaggio a Salvatore Quasimodo nel cinquantenario del premio Nobel per la Letteratura assegnatogli il 10 dicembre 1959 in Svezia. E lo ha fatto con un incontro che si è svolto nei locali del Palazzo della Cultura (l’ormai ex villa Crisafulli-Ragno). Il prof. Nino Nicotra, presidente della Unitre di S. Teresa, ha aperto la serata enucleando sinteticamente i dati salienti della biografia del grande poeta siciliano: l’infanzia a Roccalumera, la frequentazione dello Jaci a Messina con Salvatore Pugliatti e Giorgio La Pira, il periodo dei circoli letterari a Firenze, il definitivo trasferimento a Milano nel 1934, la pubblicazione delle sue raccolte di poesie e delle sue traduzioni, la conquista del Nobel, gli ultimi anni di vita trascorsi all’estero. E’ stata poi la prof.ssa Ninuccia Foti a tratteggiare le varie fasi poetiche di Quasimodo, dalla partecipazione all’Ermetismo alla ricerca di una forte caratterizzazione civile e morale della sua ispirazione. In particolare, la prof.ssa Foti ha analizzato alcune poesie (“Ed è subito sera”, “Vicolo”, “Vento a Tindari”, “Lamento per il Sud”, “Lettera alla madre”, “Al Padre”) che sono state recitate dagli studenti della V A del liceo scientifico “Caminiti” (Alessia Garufi, Domenico Papale e Santino Di Pietro), accompagnati alla chitarra da Antonino De Luca. Sabato nuovi appuntamenti per l’Unitre: alle 18 il prof. Francesco De Luca (direttore del reparto di Cardiologia all’Ospedale Ferrarotto di Catania) tratterà “Obesità, ipertensione e altri fattori di rischio cardio-vascolari”. A seguire, alle 19 circa, la dott.ssa Francesca Todaro interverrà sul tema “Psoriasi, malattia sociale”.

Leave a Response