Messina. “Una biblioteca per favorire l’integrazione”

MESSINA – Domani, alle ore 11, nella Sala Giunta della Provincia regionale, l’assessore provinciale alla Solidarietà sociale, Pio Amadeo, congiuntamente al presidente dell'”ANOLF” Cisl di Messina, Dino Calderone, presenterà il Progetto “Biblioteca Interculturale”, nell’ambito delle politiche di integrazione, attuate di concerto con le comunità locali.
“L’istituzione di una Biblioteca Interculturale” – dichiara l’assessore alla Solidarietà sociale, Pio Amadeo – “con la disponibilità anche di testi bilingue, rappresenta il tentativo di avvicinare culture ed etnie diverse ove, lo strumento del libro, si crede possa divenire luogo privilegiato di interscambio positivo e di integrazione vera tra i tanti migranti presenti nella città e nella provincia di Messina e la popolazione residente”.
“Educare alla intercultura” – continua l’assessore alla Solidarietà sociale, Amadeo – “è un processo complesso che non implica solo atteggiamenti di accoglienza, disponibilità ed apertura al dialogo, ma significa anche rilevare quelle peculiarità che rendono una cultura dalla nostra e, contestualmente, capire la rappresentazione che noi ci facciamo dell’ cultura, solo così sapremo creare in un tessuto sociale e culturale sempre più multiforme”.
“L'”ANOLF” Cisl di Messina”, – afferma il presidente “ANOLF”, Dino Calderone – “crede fortemente nella necessità dell’incontro-confronto, nel dialogo tra valori proposti da persone diverse, prima ancora che da culture diverse, per realizzare piena integrazione e la Biblioteca Interculturale si propone di divenire un luogo-strumento di integrazione e di dialogo dei numerosissimi immigrati presenti nel territorio di Messina e della sua provincia, con i giovani e la gente del luogo, affinché la conoscenza dei paesi d’origine e dei racconti di storie di tutto il mondo contenute nei testi fruibili nella sede ANOLF favorisca il dialogo e stimoli alla partecipazione solidale”.
“La Biblioteca Interculturale che prevede anche un servizio di prestito gratuito” – aggiunge l’assessore provinciale, Pio Amadeo – “è curata interamente dall'”ANOLF” cui è possibile rivolgersi tutti i giorni, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30, al recapito 090/6507611″.

Leave a Response