Capo Alì. Tra dieci giorni sarà riaperta la statale 114

MESSINA – Incontro operativo questa mattina alla Provincia per quantificare i danni provocati dal maltempo delle ultime settimane e gli interventi da pianificare. Al tavolo della discussione c’erano il presidente della Provincia Nanni Ricevuto, l’assessore regionale al territrio Pippo Sorelo, il capo del Dipartimento regionale della protezione civile Salvatore Cocina, il responsabile dell’Anas Sicilia Ugo Dibennardo, i deputati regionali Cateno De Luca e Fortunato Roamo, tecnici della Provincia e alcuni consiglieri provinciali. Da un calcolo approssimativo i danni in provincia di Messina causati da mareggiate e nubifragi ammontano a 400 milioni di euro. si è parlato ovviamente anche di Capo Alì, la cui statale è chiusa dal 21 gennaio scorso per il crollo di un masso e per il pericolo di ulteriori frane. E per quanto riguarda la riapertura della strada nel tratto di Capo Alì ci sono buone notizie. Il responsabile Anas, Ugo Dibennardo, ha detto che i lavori per la messa in sicurezza delle due colline a rischio smottamento che sovrastano la statale 114 inizieranno tra oggi o domani grazie anche all’accordo raggiunto con la Protezione civile che metterà a disposizione parte della somma necessaria. Dunque, se tutto andrà per il giusto verso, tra una poco più di una settimana a Capo Alì dovrebbe transitare la prima auto.

Leave a Response