Maxi truffa all’Eu, 14 persone denunciate dalla Gdf

S. AGATA MLITELLO – La Tenenza della Guardia di Finanza di Sant’Agata di Militello, operando sulla base delle direttive impartite dal Comando Provinciale di Messina, volte al monitoraggio delle imprese beneficiarie di contributi e agevolazioni ai danni del bilancio comunitario e nazionale, ha scoperto una maxi truffa a carico dei finanziamenti concessi nell’ambito dei Fondi Strutturali dell’Unione Europea, previsti nel “P.O.N. Sviluppo Imprenditoriale Locale  2000/2006” per un importo di oltre € 6.622.000,00, con la conseguente denuncia di 14 persone alla Procura della Repubblica di Patti, poiché responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, falsità materiale commessa dal privato, falsità in scrittura privata e frode fiscale.

L’attività illecita, che ha visto coinvolte dieci imprese operanti nella fascia tirrenica di questa provincia, è stata posta in essere da un unico nucleo familiare che, attraverso cinque società gestite direttamente o attraverso l’interposizione di altre persone fisiche compiacenti, ha richiesto e, in alcuni casi, ottenuto contributi comunitari e nazionali, mediante l’emissione e l’utilizzazione di fatture false, poi presentate al Ministero dello Sviluppo Economico, per oltre 14 milioni di euro.

Attraverso il ricorso allo strumento d’indagine degli accertamenti bancari e l’analisi della copiosa documentazione riferibile alle società coinvolte nella truffa, che avrebbero dovuto realizzare opifici industriali nei settori della nautica da diporto e della fabbricazione di articoli in plastica, le Fiamme Gialle hanno scoperto un disegno criminoso realizzato mediante l’utilizzo di falsa documentazione contabile ed extra contabile, movimentazioni finanziarie artificiosamente attuate per giustificare costi sostenuti, fittizi apporti di capitale ed acquisto di terreni nella zona industriale di Milazzo. 

La brillante operazione di controllo economico del territorio, che ha impegnato la Tenenza di Sant’Agata di Militello per circa un anno,  ha permesso di accertare, oltre all’indebita richiesta di finanziamenti pubblici per oltre € 6.622.000,00 (di cui € 987.850,00 già erogati), anche violazioni in materia fiscale. Sono stati infatti proposti per il recupero a tassazione elementi negativi di reddito non deducibili per oltre € 2.000.000,00, IVA dovuta per oltre € 3.000.000,00 ed accertati indebiti rimborsi IVA per quasi € 235.000,00.

Leave a Response