Savoca. In vendita e affitto alcuni beni comunali

SAVOCA – Si è tenuto ieri sera il  Consiglio Comunale di Savoca convocato in seduta ordinaria dal presidente del Consiglio Giuseppe Meesa. Tra i nove argomenti posti all’Odg, la proposta di valorizzazione dei beni patrimoniali disponibili, ha polarizzato l’attenzione del civico consesso. L’esecutivo savocese ha proposto al Consiglio comunale le linee guida che prevedono le procedure di dismissione mediante alienazione e di locazione mediante concessione,  per alcuni immobili di proprietà del Comune. Tra i beni oggetto delle procedure di valorizzazione figurano la struttura ricettivo-turistica “S. Rocco”, l’area dell’ex “Tiro a Piattello”  e i locali dell’ex ufficio di collocamento siti nel centro storico di Savoca.
L’intento della municipalità savocese è quello di rivitalizzare gli investimenti, rimpinguare le casse del Comune ed abbassare la pressione fiscale dei tributi locali con i proventi derivanti dalla concessione in locazione per attività commerciale dei locali dell’ex ufficio di collocamento e la vendita per finalità turistico e ricettive dell’area dell’ex “Tiro al piattello”, sita nella contrada Cucco di Savoca.
Per la struttura ricettivo-turistica, trenta posti letto nel suggestivo e panoramico borgo S. Rocco, il civico consesso, su proposta del sindaco, ha deliberato di attivare una indagine di mercato comparativa finalizzata a valutare la migliore redditività tra la procedura di alienazione e locazione del bene.
Il sindaco Nino Bartolotta nel presentare il piano di valorizzazione dei Beni Patrimoniali disponibili, ha sottolineato come i Comuni, ora più che mai, siano costretti all’autofinanziamento dei propri bilanci; “siamo in una fase – ha dichiarato il primo cittadino – in cui la politica Regionale e Nazionale non riesce a dare risposte concrete alle piccole municipalità; i Sindaci sono diventati i destinatari di tutte le esigenze e le legittime  proteste dei propri cittadini, in una fase, peraltro, in cui siamo sommersi dagli eccessivi costi di gestione dei servizi (primo fra tutti la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi ed urbani) ed i  trasferimenti regionali e nazionali non sono sufficienti neanche per coprire i costi dei servizi pubblici essenziali ed indispensabili”.
Tra gli altri argomenti posti all’odg sono stati approvati all’unanimità  il regolamento per la prestazione e gestione di servizi turistici nel territorio comunale di Savoca, l’intitolazione della strada comunale “ ex case sparse” al Beato Giacomo Cusmano, i regolamenti per la costituzione della squadra di volontariato di protezione civile comunale e la cessione a titolo gratuito, da parte del dott. Giuseppe Casablanca, dell’area limitrofa all’Arco della Città; richiesta da tempo avanzata al legittimo proprietario, da parte del primo cittadino Nino Bartolotta. Su quest’ultimo argomento, il sindaco, oltre a ringraziare il legittimo proprietario per l’importante donazione al Comune, ha sottolineato che a  breve saranno attivate le procedure per i lavori di bonifica e messa in sicurezza dell’”Arco della Città”, porta medievale dell’antica Savoca diventata ormai, il monumento simbolo della società savocese.

Leave a Response