Messina. Fratello e sorella arrestati, autori di furti

MESSINA – Due fratelli sono stati arrestati in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere. I carabinieri avevano raccolto a loro carico, a vario titolo, gravi elementi indiziari in ordine ai reati di furto aggravato e continuato, ricettazione, falso ed utilizzo indebito di mezzi elettronici di pagamento.
Ad eseguire gli arresti i Carabinieri delle stazioni Messina Arcivescovado e Faro Superiore, in esecuzione di ordinanza applicativa di misura cautelare in carcere emessa dal locale ufficio Gip, hanno tratto in arresto Giovanna Giannino, 28 anni, il fratello Santo Giannino, 28 anni.
Le indagini che hanno portato all’emissione dei provvedimenti a carico dei fratelli sono state avviate a seguito della preoccupante proliferazione dei furti registratisi all’interno degli ospedali cittadini e della provincia, a partire dal mese di luglio 2008.
L’attività investigativa ha permesso di raccogliere gravi elementi indiziari relativi ad almeno 19 distinti episodi, tutti riconducibili all’operato di Giovanna Giannino,  e perpetrati prevalentemente all’interno di strutture ospedaliere, in danno di degenti e personale sanitario, ma anche in uffici pubblici e negli spogliatoi di palestre. La Giannino, con la scusa di fare visita a parenti ricoverati, entrava all’interno delle camere e, dopo aver accertato l’assenza del paziente asportava portafogli ed oggetti di valore. La stessa poi provvedeva, talvolta coadiuvata dal fratello alla spendita degli assegni e all’utilizzo delle carte di credito sottratte presso gli esercizi commerciali della città.

Leave a Response