Alì festeggia solennemente la patrona S. Agata

ALI’ – Solenni festeggiamenti, oggi ad Alì superiore, in onore della Patrona S. Agata. Nel corso della mattinata centinaia di fedeli hanno partecipato al solenne pontificale, officiato dal parroco, padre Vincenzo D’Arrigo ed animato dalla locale schola cantorum. Nel pomeriggio, a partire dalle 16.30, la tradizionale processione del simulacro della martire, ammantato d’oro, lungo le vie del centro collinare.  Si concludono così i festeggiamenti agatini che saranno ricordati in modo particolare per la partecipazione di una folta delegazione di fedeli aliesi alla processione della cera che ha avuto luogo a Catania martedì scorso. “Per il nostro paese e la nostra comunità cristiana – sono state le parole pronunciate all’unisono dal parroco, padre Vincenzo D’Arrigo e dal sindaco, Carmelo Satta, che hanno guidato la  delegazione – è stata scritta una pagina storica”.  Da Alì sono giunti nella città etnea tre pullman,  150 cittadini, per l’offerta della cera nel giorno che sancisce l’apertura della grande festa, il 3 febbraio: quello della storica sfilata delle settecentesche carrozze del Senato e del corteo delle candelore. La delegazione aliese ha partecipato alla solenne processione dell’offerta della cera, che si snoda tra due ali di folla dalla Fornace di piazza Stesigoro alla cattedrale, alla quale hanno preso parte ordini, congregazioni, associazioni agatine provenienti da tutta la Sicilia e le autorità civili, militari e religiose della città. I cittadini di Alì, insieme alla cera, hanno portato  una cesta di pane la cui forma si rifà ai simboli della storia di S. Agata. Lo stesso pane che ad Alì viene realizzato in occasione della Festa grande in onore della Patrona Agata, che si celebra ogni 10 anni.

Leave a Response