Incontro alla Provincia sulla A18, autostrada killer

MESSINA – Lo stato di precarietà in cui versa il fondo stradale dell’autostrada A18 nel tratto Messina-Giardini Naxos sarà al centro di un incontro in programma domani 3 febbraio alle 10.30 alla Provincia regionale. L’incontro, convocato, dal presidente della Terza Commissione consiliare della provincia, Giuseppe Lombardo, vedrà a confronto l’assessore provinciale alle Reti stradali e ferroviarie, Rosario Ventimiglia, il presidente del Consorzio autostrade siciliane (CAS), Patrizia Valenti ed il dirigente manutenzione dello stesso CAS. Un problema, quello dell’autostrada, sollevato in queste ultime settimane da più parti, tra cui la Polizia stradale. Il manto stradale è dissestato e costellato di buche, carente la segnaletica sia verticale che orizzontale e la quasi totalità delle gallerie poco illuminate o al buio totale. Insomma, una strada ad alto rischio. Vedremo se domani spunterà fuori qualcosa di positivo per mettere in sicurezza il tratto autostradale che va da Giardini a Messina, poco più di 40 chilometri.

Intanto, questa mattina,il consigliere provinciale, Matteo Francilia, capogruppo UDC-Centro con D’Alia ha presentato una mozione in merito ai gravi disagi in cui incorrono giornalmente gli automobilisti che percorrono la A/18 Messina–Catania e la A/20 Messina-Palermo.

La mozione impegna il presidente della Provincia regionale, on. Nanni Ricevuto, ad intervenire presso le autorità competenti affinché vengano rimosse le condizioni di pericolo determinate dalla omessa manutenzione e vengano, pertanto, assunte senza indugio tutte le azioni volte a tutelare gli utenti delle autostrade A/18 ed A/20.

“I tratti autostradali A/18 Messina-Giardini Naxos e la A/20” – dichiara il consigliere Matteo Francilia – “rappresentano due tra le arterie più pericolose della rete viaria siciliana. Ogni giorno i mezzi degli automobilisti subiscono ingenti danni a causa di buche sempre più profonde sull’asfalto, avvallamenti, precarietà della segnaletica orizzontale e verticale, luci inadeguate in galleria e carenze dello smaltimento delle acque nelle giornate di pioggia. Tutto questo mette a repentaglio l’incolumità dei cittadini che percorrono le reti autostradali, così come è avvenuto negli ultimi mesi in occasione di gravi incidenti, a volte anche mortali”.

Il consigliere Matteo Francilia, fortemente critico sull’operato del Consorzio Autostrade Siciliane, richiede, con decisione, un immediato e concreto intervento al fine di garantire l’incolumità degli utenti.

“Fino a quando non saranno messe in sicurezza i tratti autostradali A/18 Messina–Giardini Naxos e A/20 Messina-Palermo” – afferma  Francilia – “ritengo sia doveroso, quanto meno, non far pagare il pedaggio”.

 

 

Leave a Response