Tumori, La Via: “La Sicilia promuove la ricerca”

MILANO – “Ancora una volta la Regione siciliana dimostra di aiutare la ricerca e, al contempo, promuovere i propri prodotti agroalimentari, come le arance rosse di Sicilia. Una scelta che si inserisce nella strategia per la valorizzazione dell’agroalimentare siciliano finalizzata a far conoscere le caratteristiche salutistiche dei propri prodotti facendo anche solidarietà. In tal senso le ‘Arance della Salute’ rappresentano una vetrina importantissima per promuovere i nostri agrumi e aiutare chi ha bisogno. Ecco perchè la Regione siciliana crede nell’azione dell’Airc e ha deciso di confermare il proprio impegno”.
Lo afferma l’assessore regionale all’Agricoltura, Giovanni La Via, in occasione della presentazione della giornata “Le Arance della salute”, organizzata dall’Associazione per la Ricerca sul Cancro.
“Quello con l’Airc – riprende La Via – è un connubio nato con l’obiettivo di associare l’“Arancia rossa di Sicilia IGP” a un’importante iniziativa sociale, coniugando, da un lato, l’opportunità per l’associazione di utilizzare l’immagine positiva del prodotto e, dall’altro, la possibilità, per i consumatori, di dare un duplice contributo, che giunge, in questo modo, sia alla ricerca che alla propria salute. Ci piace definire la Sicilia come ‘Isola della salute e per la salute’, ma per poterci meritare questo titolo dobbiamo mettere in atto iniziative concrete. È proprio questo lo spirito con cui intendiamo sostenere questa campagna per dare un contributo tangibile a un processo, in cui prevenzione e ricerca procedano nella medesima direzione verso il comune obiettivo della tutela della salute”.
“E non è un caso – continua ancora l’assessore – se anche in questa campagna di raccolta fondi tornano di scena le arance rosse siciliane. Grazie alla loro peculiare qualità, salubrità e alle caratteristiche nutrizionali, gli agrumi possono essere grandi alleati della salute. In questo contesto l’”Arancia rossa di Sicilia IGP” ha qualcosa in più: il segreto è nascosto in una particolare combinazione di terra, sole e lavoro dell’uomo che permettono di ottenere nella Sicilia orientale, attraverso le cultivar Tarocco, Moro e Sanguinello, un frutto dalle caratteristiche uniche”.
L’ “Arancia rossa di Sicilia IGP”, infatti – conclude La Via – contiene un enorme patrimonio di vitamine e di sali minerali. Le analisi dimostrano che il contenuto di vitamina ‘C’ nella cultivar Tarocco è doppio a quello degli altri agrumi e, inoltre, gli antociani, ossia i pigmenti naturali che ne determinano la colorazione, hanno uno straordinario potere antiossidante. Ecco perchè proprio l’“Arancia rossa di Sicilia IGP”  diventa la testimonial più significativa nella prevenzione oncologica”.

Leave a Response