Alì Terme, amministratori “invadono” la Prefettura

 ALI’ TERME. (Servizio e interviste nel tg 90 del 27 gennaio 2009) Sindaco, assessori e consiglieri comunali hanno “invaso” nel pomeriggio la Prefettura di Messina, chiedendo di essere ascoltati dal prefetto per il prolungarsi della chiusura della Statale 114 all’altezza del Capo, in seguito ad una frana. L’arteria è off-limits dallo scorso 21 gennaio. “Siamo esasperati – ha dichiarato il sindaco Lorenzo Grasso – è giunto il momento di intervenire. La gente e gli operatori commerciali non ce la fanno più”. Il Prefetto, Francesco Alecci, ha fissato con gli amministratori aliesi un tavolo tecnico per giovedì mattina e al quale prenderanno pure parte i sindaci di Scaletta Zanclea, Itala, Alì Superiore, Fiumedinisi, e Nizza di Sicilia. Il sindaco Lorenzo Grasso ha intanto diffidato l’Anas a realizzare i lavori a Capo Alì e riaprire l’arteria. Il documento è stato inviato anche alla presidenza del Consiglio deiministri, alla presidenza della Regione, alla Protezione civile ed alla Procura della repubblica. Ieri, nel corso di una riunione straordinaria,  il Consiglio comunale ha deliberato la richiesta di stato di calamità naturale. Alla riunione erano presenti gli onorevoli FIlippo Panarello e Cateno De Luca, assessori e consiglieri comunali dei comuni vicini, che hanno discusso a lungo sulla questione di Capo Alì, impegnandosi a contribuire alla soluzione del problema.

Leave a Response