Giardini. Giovane taorminese in manette per rapina

TAORMINA (Messina) – Il carabinieri di Taormina hanno arrestato il terzo presunto responsabile di una rapina messa a segno nel pomeriggio del 7 marzo 2008 ai danni di una ditta di Giardini Naxos, fruttata 15mila euro. In manette è finito Damiano Sciacca, 22 anni, taorminese. Il Gip, in virtù degli elementi indiziari acquisiti dai carabinieri, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di rapina aggravata in concorso. Secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma, ad agire furono in tre, giunti a bordo di due motocicli di grossa cilindrata e con il volto travisato da passamontagna. Dopo essersi introdotti all’interno dell’ufficio di amministrazione di un’impresa, si erano fatti consegnare da un impiegato, minacciandolo verosimilmente con una pistola, la somma contante di circa 15.000 euro. Immediata la fuga dei malviventi che avevano nascosto i motocicli in una strada di intersezione alla via Recanati. Le  indagini portarono all’indivuduazione di un luogo, un vecchio casolare abbandonato nella campagna giardinese, utilizzato dai presunti rapinatori quale base logistica. Proprio lì i carabinieri avevano infatti rinvenuto uno dei due motocicli con il motore ancora caldo ed i passamontagna. Due presunti autori della rapina sono stati  individuati ed arrestati pochi minuti dopo, all’interno di una tabaccheria del centro giardinese. Si tratta di Renato Alfonso,  e Rosario La Rosa, rispettivamente di 27 e 22 anni. In seguito alla perquisizione personale, i carabinieri avevano rinvenuto l’intero bottino provento della rapina compiuta appena 15 minuti prima. 

Leave a Response