Taormina. L’Orchestra a plettro programma il 2009

TAORMINA – Il 2009, per l’Orchestra a plettro città di Taormina, è iniziato con il tradizionale concerto di Capodanno che ha richiamato a Palazzo dei Congressi quasi 1000 spettatori. Il programma musicale proposto è servito per mettere in evidenza i risultati di un progetto di riqualificazione e potenziamento avviato negli ultimi tempi, in coincidenza con la nomina a direttore del maestro Tonino Pellitteri. L’esibizione del primo gennaio, sponzorizzata dal Comune e dall’Associazione Albergatori, ha riscosso un lusinghiero successo. Ottima la risposta dei tanti turisti che hanno apprezzato la proposta di uno dei pochissimi gruppi musicali del genere in attività nel nostro paese. I brani inseriti nel programma del tradizionale concerto hanno messo in evidenza le specificità di un’orchestra interamente formata da strumenti a corda come mandolini, mandole, chitarre. Un complesso che riesce a valorizzare un certo tipo dei repertorio tradizionale ma che Pellitteri ha saputo integrare con musiche del repertorio classico ed operistico.
Superato l’impegno di Capodanno, l’Orchestra taorminese, ha ripreso ad operare per rivedere il proprio programma e cercare, quindi, di raggiungere nuovi obiettivi e nuovi successi. Intanto, il complesso musicale sta rispondendo alle numerose richieste avanzate da diverse località siciliane. In questo quadro vanno inserite le esibizioni promosse a Milazzo dalla Provincia regionale di Messina ed a Riposto dalla amministrazione provinciale di Catania. “Nelle prossime settimane –dice, Elisabetta Monaco, presidente dell’associazione musicale taorminese alla quale fa capo l’orchestra- continueremo a rispettare il calendario che vedrà  il complesso impegnato in diverse località della Sicilia. In primavera, invece, ci sposteremo in Campania, nel Lazio e nell’Umbria in base alle richieste che ci sono pervenute negli ultime tempi”.

Leave a Response