Incidenti sul lavoro: necessario confronto bipartisan

PALERMO – “La sicurezza sui luoghi di lavoro, a seguito dei dati allarmanti che hanno caratterizzato le ultime ore (otto morti nei primi quindici giorni del 2009), impone l’avvio di un dibattito urgente di proposta e riflessione tra le forze politiche”. E’ quanto afferma l’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Luigi Gentile.
“Nella nostra regione, purtroppo – commenta Gentile –  le varie attività connesse alla gestione ed alla prevenzione di infortuni, igiene e sicurezza nei cantieri edili e di ingegneria civile per la realizzazione di opere pubbliche, risultano carenti, nonostante i numerosi provvedimenti già adottati. E’ utile ricordare che, per fronteggiare ancora più adeguatamente il problema, abbiamo già avviato nel settore delle opere pubbliche una serie di iniziative con i mezzi a nostra disposizione.
In primo luogo, per promuovere in ambito regionale attività di informazione, consulenza e assistenza, al fine di ridurre situazioni di rischio lavorativo nei cantieri impegnati nelle opere pubbliche, il Dipartimento regionale dei Lavori Pubblici ha inoltrato proposte già trasformate in apposito Disegno di legge.
Inoltre, e’ stata concretamente attuata la  legge 21 agosto 2007, n° 20, che al suo articolo 3  emana disposizioni specifiche in materia di sicurezza, e che coinvolge, tra l’altro, gli Organismi paritetici territoriali, deputati alla consulenza e all’assistenza delle imprese di settore.
“La lettura dell’articolo 3 della legge 20 – spiega Gentile – rende chiaro che l’obiettivo della norma è quello di agevolare le piccole e medie imprese, i lavoratori autonomi ed i professionisti del comparto nell’assolvimento degli obblighi in materia di sicurezza sul lavoro nei cantieri edili, per evitare errori o omissioni procedurali nell’operatività della loro attività imprenditoriale. Risulta fondamentale, pertanto – sottolinea Gentile – il ruolo dei Comitati paritetici, i quali promuovono attività di consulenza alle imprese con visite ai cantieri ogni sei mesi per l’intera durata contrattuale dei lavori”.
Al fine di garantire l’uniformità d’indirizzo delle attività e di razionalizzare il sistema, l’Assessorato e’ impegnato a promuovere iniziative di gestione integrata “sicurezza-qualità” seguendo il quadro delle nuove tendenze comunitarie in materia.
In particolare, sarà assunto come obiettivo strategico per le imprese dotarsi di un idoneo sistema organizzativo e di gestione, che privilegi la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori ottemperando agli obblighi di legge. Anche il prossimo Testo Unico in materia di appalti introdurrà delle misure per fronteggiare il fenomeno incidenti e garantire la sicurezza dei lavoratori.
“Nell’ambito di tutto ciò – conclude Gentile – è indispensabile sostenere un dibattito bipartisan, mantenendolo fuori dalle logiche di appartenenza politica, per realizzare così un pacchetto di proposte da attuare con la normativa regionale e d’intesa col governo nazionale”.

Leave a Response