Messina. Crisi Atm, la Fit Cisl aderisce allo sciopero

MESSINA – La Fit Cisl messinese prenderà parte ai primi di febbraio allo sciopero dei lavoratori dell’Atm, la municipalizzata che gestisce il trasporto pubblico e che sta attraversando da tempo una crisi gestionale. In un comunicato, a firma di Ento Testa, il sindacato rileva che dopo l’accordo siglato tra il sindaco di Messina e le organizzazioni sindacali tutte del 28 novembre scorso, pensavamo si potesse in tempi accettabili trovare un serio percorso finalizzato al risanamento e rilancio dell’Atm che potesse dare risposte ai lavoratori ma nel contempo anche ai cittadini, che non possono continuare ad essere privati della possibilità di muoversi attraverso un serio sistema di trasporto pubblico. Purtroppo però cosi non è stato – prosegue il segretario della Fit Cisl di Messina –  in quanto a oggi i lavoratori sono nuovamente senza prospettive di futuro, ne stipendi. A tutto questo si aggiunga la nostra delusione, che va a sommarsi a quella già manifestata dalle altre sigle sindacali presenti all’incontro, circa i risultati della riunione di venerdì 16 ultimo scorso, tenutasi con il direttore generale dell’Atm ing. Claudio Conte. Un incontro – ribadisce Testa – dal quale non è emerso un seppur minimo segnale di cambiamento e di discontinuità rispetto al passato. Per queste motivazioni la Fit Cisl sentiti i propri organismi scioglie la riserva e partecipa allo sciopero dei lavoratori dell’Atm indetto per il 5 febbraio prossimo”. 

Leave a Response