Ferrovie. Salta accordo con Regione, annunciati tagli

MESSINA – Salta l’accordo tra l’Assessorato regionale ai trasporti e la Direzione Regionale di Trenitalia per il Contratto di Servizio del trasporto ferroviario in Sicilia.  In un primo momento, Trenitalia aveva sospeso i tagli al servizio sino al 28 febbraio 2009, in base alle intese con l’assessorato regionale ai trasporti.
Ma alla fine di un incontro, al quale hanno partecipato anche i comitati dei pendolari, tra cui quello della Messina-Siracusa, è arrivata l’amara sorpresa. L’Assessorato regionale ai trasporti aveva fatto marcia indietro sulle intese con la Direzione di Trenitalia. Saltato l’accordo per il mancato acquisto di una parte dell’offerta ferroviaria, Trenitalia ha annunciato pesanti tagli. In una prima fase a partire dal 1° febbraio pari al 5% dell’offerta; perdurando lo stato di incertezza sui fondi disponibili per il finanziamento del trasporto ferroviario regionale siciliano è già in cantiere un ulteriore intervento di riduzione dell’offerta pari al 10% a partire dal 14 giugno 2009.
“Occorre nell’immediatezza – spiegano ora i comitati dei pendolari – il recepimento da parte dell’Assemblea Siciliana del Dlgs 422/97 che demanda alle Regioni, la competenza in materia di trasporto pubblico, almeno per salvaguardare ed offrire nei confronti dei siciliani un trasporto pubblico efficiente ed efficace, oggi negato e da terzo mondo, e garantire  tutte quelle infrastrutture ferroviarie che la politica nazionale ci sta negando grazie alla complicità di tutta la classe politica siciliana”.

Leave a Response