Scaletta. Chiusura Ss114, chiesto risarcimento all’Anas

SCALETTA – 50 milioni di euro come risarcimento per i danni economici causati dalla chiusura della Ss114 sono stati chiesti all’Anas da un’associazione di consumatori.
“La nostra associazione – spiega l’avv. Francesco Fiorillo, presidente di “Consumatori associati – ha chiesto un risarcimento di 50 milioni di euro all’Anas perche’ non ha eseguito i lavori di messa in sicurezza di un costone roccioso nella strada statale 114 nei pressi di Scaletta, provocando la chiusura della strada per oltre un mese con relativi disagi per cittadini e commercianti di Scaletta e di altri comuni limitrofi.  Dopo essere stato contattato da Lucio Zangla, presidente dell’associazione dei commercianti di Scaletta, – continua l’avv. Fiorillo – che ha denunciato le numerose perdite economiche avute dagli esercenti in questo periodo in cui la strada e’ rimasta bloccata al transito, ci siamo attivati e chiederemo 20 milioni di euro per i cittadini del Comune di Scaletta Zanclea e 30 milioni per i commercianti di Scaletta e Giampilieri. I danni difatti, sono stati molteplici perche’ molti acquirenti anche dei comuni limitrofi, hanno preferito evitare code di ore per raggiungere Scaletta da strade alternative e si sono diretti per fare i loro acquisti in posti più facilmente raggiungibili. Ma i danni sono stati ingenti anche per il Comune di Scaletta e i residenti. Il comune difatti, dopo aver richiesto più volte all’Anas di spostare i massi, non avendo avuto risposte, con un’ordinanza è stato costretto ad anticipare la somma di 204 mila  euro affinchè  un ditta di Trento effettuasse i lavori di messa in sicurezza,. Le problematiche per i residenti sono state molteplici, basti pensare che i pendolari hanno dovuto passare gran parte delle loro giornate in auto per sposarsi da casa al lavoro e viceversa. La nostra associazione di consumatori  – conclude il presidente Fiorillo – si batterà affinche’ l’Anas risponda in maniera adeguata dei ritardi inspiegabili che hanno messo in ginocchio gli abitanti di uno dei comuni più importanti della zona ionica”. Le problematiche derivate dal blocco di un arteria stradale così importante come la strada statale 114 e le prossime azioni per chiedere un risarcimento congruo saranno illustrate ai giornalisti durante una conferenza stampa sabato prossimo, 17 Gennaio, alle 10, 30 nella sede di Consumatori Associati in via Risorgimento 172 a Messina. Saranno presenti il sindaco di Scaletta Zanclea, Mario Briguglio, il sindaco di Itala, Antonio Miceli, il presidente dell’associazione di commercianti di Scaletta, Lucio Zangla, il presidente di Consumatori Associati, avvocato Ernesto Fiorillo e un componente dell’associazione Consumatori Associati, avvocato Francesco Fiorillo.

Leave a Response