Droga e estorsione, due arresti a Messina e Lipari

MESSINA – Due arresti, nel corso di due distinte operazioni, sono stati effettuati dai carabinieri del Comando provinciale. A Messina è finito in manette Domenico Pirrotta, 31 anni, destinatario di un ordine di esecuzione pena emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Messina. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, dovrà espirare la pena residua di 3 anni e 5 mesi di reclusione, essendo stato riconosciuto colpevole del reato di estorsione. Dopo le formalità di rito, Domenico Pirrotta è stato trasferito presso il carcere di Messina Gazzi. I carabinieri di Lipari, invece, hanno eseguito un servizio finalizzato alla prevenzione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio isolano. I militari hanno effettuato perquisizioni domiciliari, in particolare nella zona del centro storico dell’abitato liparese, dove è stato arrestato un giovane, Virgilio Cardì, 22 anni, nato a Catania, che deteneva all’interno della propria abitazione sostanza stupefante. Da alcuni giorni, i carabinieri della locale stazione avevano osservato i movimenti del giovane nella serata di sabato hanno effettuato un controllo presso il suo domicilio. Quanto ipotizzato fino a quel momento dai carabinieri è stato riscontrato dal ritrovamento nell’appartamento di ben 215 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”. Nel corso della perquisizione, i carabinieri hanno accertato che la sostanza era stata ben nascosta in piccoli contenitori facilmente occultabili. La sostanza ed i contenitori sono stati sequestrati. Dopo le formalità di rito il giovane è stato trasferito dall’isola al carcere di Messina Gazzi in attesa di essere interrogato dal magistrato di turno.

Leave a Response