Messina. Quattro arresti dei Cc, uno a Francavilla

MESSINA – Nel corso di alcune operazioni i carabinieri hanno arrestato quattro persone. Altre tre sono state denunciate. I militari dell’Arma del Nucleo Radiomobile di Messina hanno arrestaroo il 55enne messinese Paolo Cannaò nella cui abitazione hanno rinvenuto, sotto il materasso della camera da letto, 13 munizioni per arma da fuoco tra cui un cal. 7,62 da guerra. L’uomo sarà giudicato col rito direttissimo dal Tribunale di Messina. Altro arresto dei carabinieri riguarda un 17enne, abitante nel villaggio messinese di Giostra, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ad operare sono stati i carabinieri della Compagnia di Messina centro nell’ambito dei servizi di prevenzione contro lo spaccio di sostanze stupefacenti. L’arrestato è stato sorpreso in compagnia di altri giovani. Il 17enne alla vista dei militari si era dato alla fuga lasciando cadere per terra un involucro contenente marijuana. Il ragazzo adesso si trova al centro di accoglienza per i minorenni di Messina. I carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno tratto in arresto Giuseppe Romeo, 29 anni, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Repubblica presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria.  Romeo, deve scontare una pena di 2 anni, mesi 10 e giorni 25 di reclusione, essendo stato riconosciuto colpevole di truffa in concorso e spaccio sostanze stupefacenti in concorso. I reati contestati a Romeo risalgono al 2002-2003.I militari della Compagnia di Taormina hanno arrestato a Francavilla di Sicilia Filippo Cacciola 59 anni, colpito da un’ordinanza di custodia cautelare per violazione degli arresti domiciliari. Infine, i carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno denunciato tre persone rispettivamente responsabili di illecita detenzione di munizionamento e realizzazione di opere edilizie senza le prescritte autorizzazioni.

Leave a Response