Roccalumera. Maltempo 2007, la minoranza attacca Miasi

ROCCALUMERA – Si riaccendono i riflettori sulla vicenda della famiglia Briguglio-Bottari, la cui abitazione di contrada Zifano nella frazione Allume, è ancora inagibile a distanza di oltre un anno dall’alluvione del 25 ottobre 2007. Serve la messa in sicurezza dell’area attraverso la realizzazione di un muro di sostegno, lavori che nonostante le continue rassicurazioni fornite dall’Amministrazione del sindaco Gianni Miasi non sono ancora stati avviati. Per questo motivo il gruppo consiliare di minoranza ha chiesto la convocazione, in seduta straordinaria ed urgente, del Consiglio comunale e ha diffuso una dura nota nei confronti dell’amministrazione.

“A più di un anno dall’alluvione del 25 ottobre 2007 – si legge nella nota – i lavori urgenti per la realizzazione di un muro di sostegno in contrada Zifano I, nella frazione Allume, a protezione del fabbricato della famiglia Briguglio–Bottari, danneggiato a seguito dell’alluvione, non sono neanche iniziati nonostante le dichiarazioni rilasciate dal sindaco di Roccalumera, Giovanni Miasi, ad organi di stampa locali e nazionali con le quali preannunciava l’immediato inizio dei lavori in questione  La realizzazione del muro di consolidamento a monte dell’abitazione dei coniugi Briguglio- Bottari, – spiega il gruppo di opposizione – è condizione indispensabile e non più procrastinabile per la messa in sicurezza, con il relativo consolidamento, della propria abitazione che risulta essere ancora inagibile dopo i lavori realizzati in occasione della trasmissione televisiva di Rai 1, “Il treno dei desideri”.
I consiglieri Giuseppe Campagna, Natia Basile, Elio Cisca, Marco Maccarrone, Carmelo Spadaro e Andrea Vadalà, con la loro mozione, intendono impegnare il sindaco ad attivare tutte le procedure necessarie al fine di avviare l’inizio dei lavori previsti nell’ordinanza n. 38 del 31.12.2007, senza più perdite di tempo. L’incapacità, da parte dell’amministrazione Miasi, di risolvere il problema – continua l’opposizione – ha creato notevoli disagi alla famiglia Briguglio – Bottari, che a causa della mancata messa in sicurezza, da parte del Comune di Roccalumera, del muro e del terrapieno a monte della propria abitazione, non ha ancora potuto provvedere alla ristrutturazione della propria abitazione. Non va, inoltre, taciuto l’enorme danno di immagine che sta subendo l’intera cittadinanza. Pur non avendo alcuna responsabilità per i disagi che la famiglia Briguglio – Bottari sta subendo a causa della leggerezza e dell’inqualificabile ritardo con cui l’Amministrazione comunale ha trattato il caso, sentiamo il dovere – ha dichiarato il capogruppo Campagna – a nome di tutto il gruppo di minoranza, di scusarci con i cittadini per come le istituzioni hanno affrontato un caso così delicato, assurto agli onori della cronaca nazionale. Qui le chiacchiere e le interviste televisive stanno a zero – ha continuato Campagna – i fatti parlano chiaro: più di un anno fa il Sindaco emette due ordinanze sindacali con le quali dichiara l’inagibilità dell’abitazione dei coniugi Briguglio – Bottari disponendone lo sgombero e poi dispone di effettuare l’intervento per la realizzazione di un muro di sostegno a protezione  dell’abitato a valle, nel rispetto della perizia redatta dall’ufficio tecnico. Ma non solo: nell’area dove dovevano essere realizzati i lavori – continua l’opposizione – poco prima delle ultime elezioni amministrative viene apposto regolare cartello segnaletico con il quale il Comune di Roccalumera indicava come data di inizio lavori quella del 10.06.2008. Ed invece cosa è successo – conclude Campagna – non solo i lavori non sono stati iniziati, ma anche il cartello del Comune è stato rimosso, e dire che i lavori erano stati considerati urgenti dallo stesso sindaco nella sua ordinanza. Ancora una volta tante interviste e proclami roboanti da parte del sindaco ma i problemi rimangono irrisolti”.  

Leave a Response