Arbitro-moviola ”rivede” gol e lo annulla a fine gara

S. TERESA DI RIVA – La partita di calcio di Prima categoria tra la Robur Letojanni e lo Sportinsieme di S. Teresa di Riva, squadre della provincia di Messina, giocata ieri al ‘’Mario Lo Turco’’ di Letojanni, era finita sul risultato di 1 a 2 a favore dei santateresini. Il punteggio, però, è stato sovvertito dall’arbitro, il signor Greco di Messina, dopo il triplice fischio di chiusura e quando i ventidue giocatori erano già sotto la doccia. La squadra di S. Teresa di Riva aveva siglato con l’attaccante Mascella la rete della vittoria nei minuti di recupero. L’arbitro aveva convalidato il gol e indicato la ripresa del gioco da centrocampo quando è stato accerchiato da dirigenti e giocatori della Robur che reclamavano un presunto fuorigioco. Essendo scaduti i tre minuti di recupero, il signor Graco ha decretato la fine dell’incontro dirigendosi verso gli spogliatoi. Solo dopo un ventina di minuti ha chiamato nella sua stanza i capitani delle due squadre, evidenziando loro che la partita si era chiusa 1 a 1 e non 2 a 1 per i santateresini “in quanto – ha sostenuto – rileggendo mentalmente l’azione del gol mi sono reso contr che in realtà il fuorigioco c’era. Apriti cielo: il presidente del S. Teresa di Riva, Domenico Saglimbeni, non solo si è rifiutato di firmare il verbale di fine partita ma anche annunciato a tele90 che è intenzionato a ritirare la squadra, che occupa il primo posto in classifica, dal campionato. Grazie all’arbitro di Messina, quindi, è stato risolto il problema della moviola in campo. Infatti da adesso sarà sufficiente dare un po’ di tempo agli arbitri nel chiuso dello spogliatoio affinché ‘’rivedano’’ mentalmente gli errori commessi durante le partite.
Nel tg del 5 gennaio intervista al presidente e all’allenatore dello Sportinsieme

Leave a Response