Giardini, il Commissario tornerà al Comune l’8 gennaio

GIARDINI – Il commissario straordinario,Letizia Di Liberti, rientrerà a Palazzo dei Naxioti solamente l’8 gennaio.
La data diventa, dunque, estremamente importante da due punti di vista. In effetti il funzionario regionale
è stato indicato dall’assessore alla Autonomie locali, Francesco Scoma, in base alla sentenza del Tar
che di fatto ha annullato le elezioni. I legali rappresentanti del sindaco, Nello Lo Turco, che avevano presentato
un dettagliato ricorso, non hanno ottenuto al Cga di Palermo la sospensiva della decisione precedente.
Si entrerà nel merito della vicenda, dunque, sempre l’8 gennaio, data questa in cui è stata fissata, appunto,
l’udienza. E’ anche evidente che in caso di un’eventuale esito favorevole alla tesi dell’amministrazione
uscente, dovranno passare settimane, anche mesi, affinché possa essere ripristinato il vecchio panorama
amministrativo uscito fuori dalle urne il giugno scorso. La situazione, in caso di sentenza definitiva avversa a Lo Turco, condurrà a un commissariamento di almeno sei mesi. E poi incombe sulle elezioni giardinesi anche il caso relativo al ricorso al Tar realizzato dalla compagine che ha sostenuto il candidato sindaco Antonio Veroux. Quest’utimo è stato l’unico che può vantare la bontà della presentazione delle liste. Tale affermazione è stata garantita sempre dalla recente sentenza del Tar che ha, appunto, sottolineato anche questo aspetto Un’udienza nella sede del Tar è prevista, invece, il 14 gennaio. Si proseguirà nell’ordinaria amministrazione in attesa dei nuovi eventi. Non saranno neanche annullate le deliberazioni della Giunta di Lo Turco. In effetti fino all’insediamento del commissario, la precedente amministrazione è stata legittimata ad effettuare la sua normale attività. Resta incerto, quindi, il futuro della cittadina giardinese che attende di trovare una sua guida definitiva. In città è già avviato il “totosindaco”. Come si ricorderà accanto a Lo Turco e Veroux, si sono presentati ai nastri di partenza delle precedenti elezioni i gruppi guidati ispettivamente da Carmelo Giardina e Salvatore Muscolino. Non è escluso che tra le quattro compagini si possano
verificare anche nuove aggregazioni che potranno determinare un quadro politico diverso da quello che ha caratterizzato l’ultima consultazione elettorale. Adesso tutto è incerto e dipende, almeno fino a ora, dalla fatidica data dell’8 gennaio.

Leave a Response