Taormina. Violenza sessuale, sì all’arresto del medico

TAORMINA – E’ stato convalidato, dal gip Maria Teresa Arena, l’arresto del 57enne medico taorminese fermato venerdì scorso dai carabinieri della Compagnia di Taormina con l’accusa di violenza sessuale e sequestro di persona nei confronti della ex convivente.  Il professionista si trova ancora ricoverato all’ospedale Sirina di Taormina, dove è stato ricoverato subito dopo essere stato arrestato dai carabinieri. L’uomo, originario di Rodì Milici, piccolo paese del versante tirrenico della provincia messinese, alla vista dei militari dell’Arma era stato colto da malore e trasportato all’ospedale. E proprio in ospedale stamattina è stato interrogato dal gip. Rigettata la richiesta di arresti domiciliari avanzata dal legale del medico. A presentare denuncia era stata la stessa donna, che ai carabinieri aveva raccontato di essere stata rinchiusa nella camera da letto dell’ex compagno il quale l’avrebbe prima denudata nel tentativo di stuprarla e poi ferita con un coltello. Poi era riuscita a fuggire facendosi accompagnare alla locale caserma dei carabinieri.

Leave a Response