Turismo e cultura, siglato protocollo d’intesa

PALERMO – E’ stato ratificato , nella sede della Fondazione Banco di Sicilia a Palermo, il protocollo d’intesa per il Distretto culturale sud est siciliano, dedicato ai territori che hanno avuto il riconoscimento Unesco per l’inserimento nel World Heritage list. All’incontro hanno partecipato il vicepresidente della Regione siciliana e assessore al Turismo Titti Bufardeci, l’assessore regionale ai Beni culturali, Antonello Antinoro, il direttore generale della programmazione, Robert Leonardi, il presidente dell’associazione internazionale degli agenti di viaggio, Mario Bevacqua e il sindaco di Modica Antonino Buscema.  “Finalmente il turismo e i beni culturali sono uniti in una proposta organica – ha spiegato Bufardeci – e questo progetto non serve solo a dare una visione unitaria dell’offerta turistica, ma anche a creare un sistema virtuoso tra le municipalità del territorio. Questo protocollo servirà a rafforzare l’incoming turistico nella Sicilia orientale offrendo un viaggio nella storia dell’umanità, dalla Necropoli di Pantalica, alla Siracusa dell’VII secolo avanti Cristo, sino ad arrivare agli splendori del barocco siciliano”.
 Il vicepresidente della Regione apre le porte del Distretto ai comuni che sino ad oggi non ne hanno preso parte: “la sottoscrizione del protocollo non significa che ci sia un ostacolo per le adesioni di altre istituzioni territoriali della Sicilia orientale – sostiene Bufardeci. Quello di oggi è un primo significativo passo avanti. Ma credo che realtà culturali e turistiche come Acireale e Caltagirone debbano far parte di questa logica di sistema. Oggi ci siamo incontrati con i sottoscrittori del progetto originario, ma è chiaro che ogni nuova adesione è auspicata oltre che ben accetta”.
 Grazie al protocollo siglato oggi si costituirà un tavolo tecnico permanente per dare continuità alle azioni finanziate con il progetto Distretto culturale sud est, di cui è capofila il Comune di Modica. Il progetto punta, seguendo le indicazioni del PoinTurismo sugli attrattori turistico culturali, alla realizzazione di una piattaforma telematica per un sistema integrato di sviluppo territoriale.
 Al progetto partecipano Regione siciliana (Assessorato al Turismo, Assessorato Beni culturali); Fondazione Banco di Sicilia; soprintendenze Beni culturali di Catania, Siracusa e Ragusa; Province regionali di Catania, Siracusa e Ragusa; Comuni di Modica, Ragusa, Caltagirone, Catania, Militello val di Catania, Palazzolo Acreide, Scicli, Siracusa, Noto.
 

Leave a Response