Messina prima del terremoto, cartoline e filatelia

MESSINA – Per commemorare il Centenario del terremoto, il Circolo filatelico “Peloritano” organizza alla Camera di Commercio, da domani 18 al 21 dicembre, la “Messina com’era”, esposizione di cartoline d’epoca e filatelia. Quest’ultimo settore, in particolare, farà registrare la presenza del Gruppo “Scienza e tecnica” del “Centro italiano filatelia tematica”.
Il Circolo filatelico “Peloritano” presieduto da Giuseppe Fonseca, che quest’anno taglia il traguardo dei 30 anni dalla sua fondazione, è stato promotore del francobollo emesso lo scorso 3 novembre per ricordare le vittime del sisma del 28 dicembre 1908. Proprio questo rettangolino dentellato potrà essere applicato su apposite cartoline speciali per essere obliterato grazie a tre annulli concessi dalle Poste Italiane. I timbri raffigureranno il prospetto principale della Camera di Commercio, i resti del Duomo dopo il terremoto e la mitica figura di Colapesce.
Per quanto concerne invece la sezione dedicata alle cartoline in “vetrina”, tutte originali, queste saranno suddivise in tre fasce: Messina prima della tragedia, le macerie con i primi soccorritori e la ricostruzione della città con le baracche di legno.
 La cerimonia di inaugurazione della mostra si svolgerà alle ore 17 di giovedì 18 dicembre. Tra i momenti storico-culturali più importanti della “Messina com’era” si inserisce la conferenza che sarà tenuta alle 18 di venerdì 19 dicembre dalla prof.ssa Maria Giuffrè, della Facoltà di Architettura dell’Università di Palermo, sul tema “Antonio Zanca a Messina”.
In occasione della manifestazione, il Circolo filatelico “Peloritano” ha predisposto un Numero unico contenente articoli sul terremoto del 1908 redatti da studiosi specialisti del settore.

Leave a Response