Spadafora, 25enne ferito con due colpi di pistola

MESSINA – I carabinieri del Comando provinciale di Messina hanno arrestato due persone, una a Spadafora, un’altra in città. I militari dell’Armai della Compagnia di Milazzo sono intervenuti presso il presidio della guardia medica del comune di Spadafora in quanto si era presentato  un giovane, Gaetano Di Mento, 25 anni, residente a Spadafora che presentava ferite alla gamba e al piede sinistro provocategli da sconosciuti con due colpi di pistola
Nel corso di un controllo domiciliare in casa di Di Mento i carabinieri rinvenivano imballati con carta stagnola circa 11 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, nonché  tre bilancini di precisione. La sostanza rinvenuta e i bilancini sono stati sequestrati. Su disposizione del Pm di turno presso la procura della Repubblica di Messina, Gaetano Di Mento è stato sottoposto al regime di arresti domiciliari con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Proseguono intanto le indagini dei carabinieri per fare luce sull’intera vicenda
I carabinieri della Compagnia Messina Centro nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in genere, hanno arrestato Cosimo Scudellari Barraco, 34 anni, di Marsala, sottoposto agli arresti domiciliari nella sede della comunità Faro di Messina, che è stato sorpreso a passeggiare  fuori della struttura. Alle contestazioni dei militari dell’Arma  Scudellari non ha saputo dare alcuna giustificazione. Dopo l’arresto con l’accusa di evasione,  l’uomo è stato risottoposto su disposizione dell’Ag al regime degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza con rito direttissimo che si terrà nella giornata odierna.
Nel contesto del medesimo servizio, i carabinieri della Stazione di Messina-Camaro, hanno deferito in stato di libertà cinque minori in quanto responsabili di avere asportato nottetempo, da una villetta disabitata in località Salita Petrazza,  materiale in lega di rame.

Leave a Response