Sicilia. Al Nord la ”Freccia Rossa”, qui treni lumaca!

“Sono lieto del fatto che un treno ad alta velocità, la Freccia rossa, colleghi Milano a Bologna in 65 minuti: un passo avanti verso l’europa. Peccato che per collegare Catania a Palermo la Freccia del sud impieghi oltre 4 ore: un passo indietro rispetto al resto del mondo”.Lo ha dichiarato il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, che si dichiara in attesa che la Sicilia venga riannessa alla rete ferroviaria italiana.

E, immaginiamo, lieti saranno anche coloro che hanno ”scoperto” l’alta velocità, al Nord. Noi, gente del Sud, ci accontentiamo di andare avanti senza affanno, con calma , come ci impongono del resto i nostri cromosomi, la nostra storia. Viaggiate pure veloci, da Roma in su, dalle nostre parti, in Sicilia, sappiamo aspettare. Prima o poi anche qui arriverà un treno super. Quando? Chi lo sa! E il presidente Lombardo, crediamo, che sui tempi d’attesa tutti da verificare sia con noi d’accordo. Del resto, abbiamo quello che meritiamo. Il presidente nel menzionare  il ”viaggio lumaca” sulla Catania-Palermo, ha tralasciato, riteniamo per brevità, quelli sulla Messina-Catania, Messina-Palermo, Messina-Agrigento. E così via. Si parte ma non si sa  quando si arriva a destinazione. Stesso discorso per il rientro a casa. Ma noi, qui in Sicilia, sappiamo aspettare: prima o dopo (sempre dopo) qualcosa ci concederanno. E’ così, signor presidente Lombardo? Lei che bene conosce la Sicilia e le cose siciliane. Tornando ai treni super veloci e super tecnologici: quale sarà la generazione, ovviamente futura, che vedrà sfrecciare un bel locomotore rosso sulle rotaie siciliane?   

Leave a Response