Fiera di Messina, dalla Regione arrivano 500mila euro

PALERMO – L’assemblea regionale siciliana ha approvato oggi l’emendamento presentato dall’assessore alla Cooperazione e Commercio, Roberto Di Mauro, che prevede l’erogazione di 1 milione e 800 mila euro, come contributo straordinario destinato all’Ente fiera del Mediterraneo di Palermo e all’Ente autonomo fiera di Messina.
Le somme, 1 milione e 300 mila euro per il polo palermitano e 500 mila per quello messinese, serviranno a  pagare salari, stipendi, competenze accessorie e contributi.
Il commissario della fiera di Palermo, Salvatore Lanzetta, ha dichiarato che “al di là dell’impegno nel riprogrammare il riordino e il rilancio di un unico polo fieristico regionale, vi era l’urgenza di accelerare l’iter di approvazione del provvedimento perché i lavoratori percepissero immediatamente gli arretrati dovuti”.
Lanzetta ha sottolineato “il senso di grande responsabilità da parte del governo, e in particolare dell’assessore Di Mauro, verso il personale, un impegno condiviso dall’assessore al Bilancio, Michele Cimino e dall’intera aula parlamentare”.
L’obiettivo del governo è di arrivare alla stipula di un Accordo di programma quadro condiviso e sottoscritto con le parti istituzionali interessate. Le istituzioni locali avranno un ruolo centrale, in termini di proposte, sulla base delle potenzialità di sviluppo e delle diverse prerogative delle aree in questione.
Mercoledì 10 dicembre, Di Mauro e Lanzetta incontreranno le rappresentanze sindacali regionali per iniziare il percorso programmatico che porterà all’Accordo in cui saranno coinvolti i soggetti istituzionali territorialmente interessati.
Sulla scorta dei contenuti dell’Accordo sarà attivata una procedura di evidenza pubblica per selezionare le imprese, anche associate, interessate alla gestione del polo fieristico siciliano. Uno dei criteri di ammissibilità, nella scelta del soggetto o dei soggetti gestori, sarà l’assorbimento del personale nella nuova struttura.

Leave a Response