Ponte S. Teresa-Furci sul lungomare, agisca la Provincia

FURCI SICULO – Il consigliere provinciale, Matteo Francilia, capogruppo dell’Udc – Centro con D’Alia ha elaborato un documento che è stato sottoscritto dal sindaco di Furci Siculo, Bruno Parisi, e dal sindaco di Santa Teresa di Riva, Alberto Morabito. Il testo riguarda la richiesta di impegnare l’Amministrazione provinciale e l’ufficio tecnico per la realizzazione del ponte di collegamento tra il lungomare di Furci Siculo e quello di Santa Teresa di Riva. Oltre ai  sindaci dei due Comuni rivieraschi hanno aderito al documento di Francilia, i consiglieri provinciali del Collegio di Taormina: Lalla Parisi; Nino Bartolotta; Biagio Gugliotta; Giuseppe Lombardo e Roberto Gulotta.
Nello specifico si richiede di attribuire all’opera, già inserita nel Piano triennale delle opere pubbliche con un progetto preliminare, il più alto livello di priorità al fine di consentirne l’immediato finanziamento e la pronta realizzazione.
Il consigliere provinciale Francilia, ampiamente soddisfatto per la piena condivisione da parte dei suoi colleghi di collegio e per l’adesione da parte dei due sindaci di Furci e Santa Teresa di Riva, ha sottolineato che “solo insieme si possono affrontare e risolvere i tanti problemi che affliggono la riviera jonica”. La realizzazione del ponte di collegamento tra il lungomare di Furci e quello di Santa Teresa di Riva è di fondamentale importanza visto che non sussiste tra i due Comuni una via di fuga alternativa all’unica strada di collegamento esistente, costituita da un ponte di antica costruzione. “La statale 114 tra Furci e Santa Teresa di Riva – continua il capogruppo Francilia – è quotidianamente intasata e ciò costituisce un serio pericolo per la sicurezza in quanto limita il transito delle ambulanze e dei mezzi di soccorso. Il ponte di collegamento tra i due lungomare – conclude il consigliere provinciale – “è importantissimo anche ai fini di una contiguità tra i due Comuni limitrofi, sotto il profilo di una riqualificazione turistica del territorio”.

Leave a Response