Taormina. “Consiglio urgente sulla crisi turistica”

TAORMINA – Un Consiglio comunale straordinario per discutere sulla crisi turistica di Taormina. Lo chiede l’opposizione. «È ormai tardi – ha detto l’ex assessore al ramo e attuale consigliere comunale, Salvo Cilona – per intraprendere correttivi sulla promozione. Abbiamo anche presentato un emendamento in proposito che ci è stato bocciato». Il tonfo delle presenze turistiche nel mese di ottobre ha fatto scattare l’allarme rosso in tutte le forze politiche. L’assessore al Turismo, Italo Mennella, ha preparato un dettagliato ed articolato piano strategico. In città, in questo particolare momento dell’anno si possono vedere, però, solo dei tour operator che si godono il deserto. «Dobbiamo pensare che Taormina – ha precisato il consigliere comunale, Pinuccio Composto – che la nostra città soffre in questo periodo dell’anno della concorrenza di altre località”. In effetti adesso gli ospiti che frequentavano Taormina d’inverno trovano offerte a costi più bassi. Dobbiamo considerare che   nel suo complesso di esercizi ed attività Taormina può essere equiparata ad un grande centro commerciale. Solo che la gente ormai si svaga in questi siti piuttosto che venire a Taormina dove è stata accolta, in passato, con multe, parcheggi salati e mancanza di attrattive. Adesso quei centri si stanno organizzando anche con le manifestazioni. “Si devono fare le opportune differenze – prosegue Composto – in ogni caso per la promozione turistica gradiremmo che si faccia qualcosa di importante”.   Una iniziativa potrebbe essere quella di non fare pagare i parcheggi a quanti spendono nei negozi». Composto e Cilona non hanno dubbi inoltre sul fatto che il presidente del Consiglio comunale, Eugenio Raneri si sia dimostrato disponibile ad indicare quale unico punto all’odg quello  delle iniziative promozionali da realizzare a tutti i livelli per scongiurare la crisi. Adesso la parola passerà alla Giunta.  Nel frattempo è bene ricordare che secondo i dati dell’Azienda autonoma di soggiorno e turismo i pernottamenti nella capitale del turismo siciliano nel mese di ottobre hanno registrato un calo di ben il 22,35 %. Sono andate perse 24.190 presenze. Un’autentica mazzata.  

Leave a Response