Messina. Buzzanca: attacchi gratuiti all’amministrazione

MESSINA – Sulla situazione politico amministrativa della città , il sindaco di Messina, on. Giuseppe Buzzanca, ha rivolto un appello per il superamento dell’attuale momento sostenendo che : “Ho trascorso le ultime settimane – come del resto da quando ricopro la carica sindaco – nel tentativo di trovare una soluzione all’ennesima “emergenza” cittadina. Non mi attendo certamente apprezzamenti da chi l’ultima “emergenza” la soffre direttamente sulla propria persona. Passino gli insulti – che ritengo non meritati – provenienti da chi da mesi non percepisce lo stipendio, da chi aspetta una casa da anni, da chi non può usufruire di un servizio pubblico, da chi non riesce a trovare lavoro. Comprendo meno, anzi per nulla, le offese personali provenienti da chi dovrebbe sentire il dovere di contribuire con senso di responsabilità a risollevare Messina dalla gravissima situazione finanziaria, crisi acuitasi, anche a causa di un contesto strutturale negativo, sempre più drammatica per la nostra città. Non è con il tanto peggio tanto meglio che si può venir fuori dalla crisi che costringe quotidianamente l’Amministrazione a fare esercizi ginnici per garantire una minima efficienza per i servizi essenziali. Con queste premesse, si riconosca l’errore di attacchi strumentali all’azione amministrativa del Sindaco e della Giunta, superando la criticità del momento nell’interesse della comunità. Bisogna comprendere che nella Città si delineano forti tensioni sociali che devono necessariamente trovare uno sbocco positivo. Su questo vorrei che le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, si confrontassero! Ma non ricevo proposte, non percepisco la necessaria unità di intenti. Anche per questo, sento fortemente il dovere di porgere pubbliche scuse, mie personali e dell’intera Amministrazione comunale, a tutti i Cittadini per i notevoli disagi che la comunità sta sopportando, in particolare a causa della sospensione dei servizi di trasporto urbano. Il senso di responsabilità e l’attenzione alla gravità dei problemi da affrontare – conclude Buzzanca- impongono a tutti un maggiore impegno, anche a discapito delle pur comprensibili diversità”.

Leave a Response