Scaletta. Alluvione 2007, il sindaco scrive a Berlusconi

SCALETTA ZANCLEA – Il sindaco di Scaletta Zanclea, Mario Briguglio, ha inviato una lettera al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, al presidente della Regione, Raffaele Lombardo, e al prefetto di Messina, con la quale chiede una serie di interventi a favore del suo comune che il 25 ottobre dello scorso anno subì danni rilevanti a causa dell’alluvione che interessò anche altri centri della costa ionica..
” Il Comune di Scaletta Zanclea – scrive Mario Briguglio – stato interessato il 25 ottobre 2007 da una disastrosa alluvione  che ha evidenziato molto chiaramente lo stato di dissesto idrogeologico dell’intero territorio comunale  e dei rischi per il centro abitato, della viabilità  stradale (SS 114 orientale sicula) e della sottostante ferrovia.
 ”A seguito della suddetta alluvione,   con delibere della Giunta Regionale n. 440 e  n. 441 del 13/11/2007 rispettivamente,  è stato dichiarato lo stato di calamità naturale e con D.P.C.M. del 21/12/2007 è stato  dichiarato lo stato di emergenza. Purtroppo con mio grande rammarico, debbo constatare che per i recenti nubifragi di altre zone dell’Italia, sono state tempestivamente  stanziate risorse finanziarie mentre,  a distanza di oltre un anno dall’evento calamitoso che ha colpito i mio Comune e non solo, non sono state ancora accreditate le somme per il pagamento delle ditte che hanno eseguito su tutto il territorio comunale i  lavori di prima necessità idonei a garantire il ripristino delle condizioni di sicurezza per la popolazione e la sistemazione provvisoria della viabilità carrabile e pedonale e le somme per i cittadini e imprese che hanno subito ingenti danni alle abitazioni, terreni agricoli e alle attività commerciali pregiudicando un’economia già in ginocchio.
” A distanza di un anno, dopo un temporale più o meno intenso, si è ripetuto lo stesso dramma con danni al territorio e alle infrastrutture.
  Dopo quanto sopra esposto, si rende necessario: cantierare i lavori di completamento del torrente Divieto; disporre l’immediato avvio della redazione dei progetti di salvaguardia idrogeologica del bacino dei torrenti, di consolidamento degli argini e del costone roccioso sovrastante la SS 114 che attraversa il Comune di Scaletta Zanclea; disporre ed attuare tutte le iniziative ed opere utili alla salvaguardia della pubblica incolumità e del territorio.disporre ed attuare tutte le iniziative, incentivi ed opere utili al sostegno dell’economia, gravemente danneggiata dagli eventi alluvionali che hanno così duramente colpito la riviera ionica ed in particolare Scaletta Zanclea; disporre ed attuare tutte le iniziative ed opere utili alla definitiva risoluzione del problema viabilità, al fine di evitare che anche nel futuro le comunità della riviera ionica rimangano isolate e prive di potere anche essere aiutate, così come è successo nell’alluvione del 25 ottobre 2007, con la realizzazione di bretelle autostradali o di una strada alternativa alla S.S. 114.
” Per quanto sopra, considerato che la gravità  della situazione impone risposte ed azioni eccezionali ed urgenti , è necessario – rileva il sindaco di Scaletta Zanclea –  che le istituzioni  diano un  immediato avvio di  iniziative e interventi finanziari atti ad eliminare lo stato di pericolo e a non abbandonare la comunità scalettese già duramente provata dall’alluvione dello scorso anno”.
       

Leave a Response