Messina. Operazione dei carabinieri, arresti e denunce

MESSINA – Quattro arresti e quattro denunce. E’ il bilancio dell’attività delle ultime ore dei carabinieri del Nucleo radiomobile e della Compagnia sud di Messina e di quella di Barcellona Potto di Gotto. A Roccalumera è stato arrestato Filippo Rasconà, 57 anni, originario di Fiumedinisi, con l’accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Rasconà dopo aver litigato sul lungomare di Roccalumera con alcuni familiari e dopo averli minacciati li avrebbe aggrediti. A questo punto sono intervenuti i carabinieri ma l’uomo alla loro vista è andato in escandescenze aggredendoli. Arrestato e processato, Rasconà è stato condannato a cinque mesi di reclusione. A Messina, a conclusione di un inseguirùmento, i nùmilitari dell’Arma hanno arrestato in via don Blasco Fabio Scigliano, 26 anni, e Felice Sollima, 33 anni, entrambi messinesi. Sono accusati di furto aggravato e saranno giudicati col rito direttissimo. Stando ai carabinieri i due avevano rubato una moto Yamaha. I carabinieri della Compagna Messina sud hanno invece arrestato Giovanni Mazzitello in esecuzione di u provvedimento emesso dalla Procura generale perché ritenuto responsabile di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti. Infine, i militari della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, hanno denunciate quattro persone, tre dei quali sorpresi alla guida di ciclomotori con targa falsificata e la quarta su un motorino di provenienza furtiva. Gli altri sei sono state segnalate all’autortà giudiziaria perché trovate in possesso di modiche quantità di sostanza stupefacente. Nel corso dell’operazione sono state identificate 170 persone, elevate 40 contravvenzioni ed effettuate perquisizioni domiciliari.

Leave a Response