S. Alessio e Giardini alla Borsa del turismo archeologico

S. ALESSIO – Giardini Naxos e S.Alessio Siculo esportano le loro bellezze archeologiche a Paestum. I comuni di Giardini Naxos e S.Alessio Siculo hanno partecipato con uno stand congiunto alla IX edizione della Borsa Mediterranea del turismo archeologico che si è conclusa domenica a Paestum, unico appuntamento al mondo che promuove siti e destinazioni archeologiche, creando integrazione tra diverse culture, favorendo la commercializzazione di prodotti turistici specifici e l’incontro tra domanda e offerta nel settore del turismo  culturale, contribuendo, altresì alla destagionalizzazione ed incrementando le ricadute culturali e le opportunit’ occupazionali ed economiche.
Impossibile anche quest’anno non essere presenti. Il comune di Giardini Naxos e’ stato rappresentato dal sindaco Nello Lo Turco, dalla prof. Fulvia Toscano, da Giusy Patane’ e da Nino Lo Monaco tra l’altro consigliere comunale di S.Alessio Siculo. La presenza del comune di Giardini Naxos a Paestum e stata fortemente voluta dal sindaco Nello Lo Turco che, gia’ in precedenza in veste di assessore alla cultura aveva preso parte alle passate edizioni della Borsa, rilevandone la grande funzionalita’ nell’ottica di una oculata e mirata politica di promozione turistico culturale del territorio.
La proposta e’ stata condivisa dal Comune di S.Alessio Siculo rappresentato a Paestum dall’assessore al turismo Salvatore Duro il quale si e’ detto entusiasta di questa collaborazione congiunta con il comune di Giardini Naxos.
La Borsa e’ stata l’occasione per l’inizio di una collaborazione fra Enti che hanno in comune , oltre alla bellezza naturale delle baie, l’interesse per lo sviluppo delle loro cittadine, specialmente in un periodo in cui le affluenze turistiche tendono a diminuire. La presenza in un contesto promozionale quale quello della Borsa mediterranea del turismo archeologico di Paestum, certamente contribuira’ a portare nuova linfa vitale alle attivita’ turistiche dei due comuni che per promuoversi hanno noleggiato uno stand di nove metri quadrati dove i moltissimi visitatori hanno potuto rendersi conto del patrimonio culturale e storico di un territorio che certamente ha bisogno di questo tipo di occasioni per farsi conoscere anche fuori dai confini regionali. L’auspicio per il futuro e’ che anche altri comuni intraprendano la strada gia’ tracciata da Giardini Naxos e S.Alessio Siculo.

Leave a Response