Furci. Consorzio universitario, 12 assunzioni nel mirino

FURCI SICULO – (Nel tg 90 del 19 novembre servizio con intervista al sindaco Bruno Parisi) Nel “mirino” 12 assunzioni a tempo determinato al Consorzio universitario jonico di Furci Siculo. I contratti, per un importo di 500 euro al mese, scadranno il prossimo 31 dicembre. In paese è esplosa la polemica, per le modalità adottate dal Consiglio di amministrazione. La cittadina jonica è stata invasa da manifestini in cui l’episodio viene stigmatizzato. Adesso è intervenuta anche la maggioranza consiliare (contraria al primo cittadino) annunciando una lettera al Cda con la quale “sarà chiesto – ha spiegato il vice presidente del civico consesso Tino Vinci – in base a quali criteri sono state fatte le assunzioni”. Ma Vinci va presto oltre: “Innanzi tutto – incalza – è comunque necessario lasciare fuori da questi discorsi la politica e le polemiche di parte, anche perché dobbiamo salvaguardare una struttura che nel corso degli anni si è rivelata funzionale e molto utile agli studenti dell’hinterland jonico. Ma è necessario intervenire – prosegue il vice presidente del Consiglio comunale – per garantire massima trasparenza”. Su un punto maggioranza e minoranza sembrano d’accordo: che le scelte siano mirate, all’insegna della solidarietà sociale. In parole povere, che a lavorare siano persone bisognose. Sono circolate voci di probabili proroghe ai 12 assunti. Ma l’ipotesi sembra improbabile, anche perché l’attuale Cda del Consorzio rimarrà in carica sino al 31 dicembre. Dopodiché si ripartirà da zero, almeno per quanto riguarda le cariche del Consiglio d’amministrazione. E con soli due comuni partener: Furci Siculo e Roccafiorita. Effetto delle nuove norme, in base alle quali ogni Comune potrà partecipare ad un solo Consorzio. Sembra scontato che nel 2009 cambieranno anche gli equilibri politici in seno al Cda del Consorzio universitario jonico. Finora, nonostante gli strascichi velenosi dell’ultima campagna elettorale furcese, maggioranza  e minoranza hanno palesato buonsenso, consentendo alla struttura di funzionare senza intoppi di sorta.

Leave a Response