S. Teresa di Riva. Presidente e sindaco ai ferri corti

S. TERESA DI RIVA – Sembra essere finito l’idillio tra il presidente del Consiglio, Carmelo Lenzo e il sindaco, Alberto Morabito. Il massimo esponente dell’assemblea non ha gradito le ultime mosse politiche del primo cittadino, che ha estromesso dall’esecutivo l’assessore Mimmo Allegra per fare spazio a Giuseppe Garufi (Pdl, espressione del gruppo che fa capo all’on. Carmelo Briguglio). Lenzo, tra l’altro, lamenta la mancanza di dialogo oltre che personale tra lui e il sindaco, tra la maggioranza del Consiglio e la Giunta. Alla domanda diretta se tra il presidente del consesso e il sindaco è rottura, Lenzo risponde con diplomazia, senza confermare né smentire. L’unica cosa che tiene a precisare è che “non esiste alcun dissidio con gli ex Ds”. I chiarimenti dovrebbero comunque giungere nel corso di questa settimana. E’ in programma una riunione preconsiliare di maggioranza (senza il sindaco) con all’ordine del giorno le modifiche da apportare allo Statuto del Comune. In quella sede (la data non è stata ancora stabilita) si parlerà tra l’altro degli equilibri politici in seno alla maggioranza e tra la maggioranza e l’esecutivo. Anche in virtù del passaggio all’Udc del presidente del Consiglio Carmelo Lenzo, ufficializzato sabato scorso alla presenza del senatore Gianpiero D’Alia, del segretario provinciale del partito Michele Caudo e dei coordinatori zonali  Mario D’Agostino e Matteo Francilia. “Un passaggio – spiega Lenzo – che assume, e non solo per me, una importante valenza politica. Ho fatto la campagna elettorale da indipendente. Adesso è giunto il momento di dare delle risposte politiche, facendo delle scelte precise che ho reso note lo scorso sabato in un incontro pubblico”. Insieme a Lenzo hanno aderito all’Udc gli ex consiglieri comunali Alessandro Fleres e Federico Buscari. Il messaggio di Lenzo è chiaro: il sindaco non può non tenere conto del suo gruppo politico e del partito al quale fa riferimento. Così quando tutto sembrava essersi sopito dopo le diatribe emerse dal riequilibrio nell’esecutivo costato il posto ad Allegra, si riaccendono nuovamente i riflettori sullo scacchiere politico santateresino in attesa della prossima mossa. Per saperne di più, è necessario attendere il vertice di maggioranza che con molta probabilità si terrà a fine settimana. L’unica cosa certa sembra che tra Lenzo e Morabito i rapporti si siano decisamente incrinati.

Leave a Response