Taormina. Crisi del turismo, Cilona: “Urge un confronto”

TAORMINA –  Fanno discutere le dichiarazioni di Salvo Cilona, consigliere comunale del Pdl. A proposito di turismo e delle cose da fare per tamponare le falle registratesi nel corso del 2008 nel computo delle presenze turistiche, la minoranza, come ricorda Cilona, ha presentato un ordine del giorno urgente per promuovere, in Consiglio comunale, l’avvio di una discussione sul problema. “Per quanto ci riguarda –ha dichiarato l’ex assessore al Turismo- continueremo nella nostra azione di controllo sulla questione. Per noi questo è un problema da affrontare con urgenza. Debbo constatare, però,  che non tutti la pensiamo allo stesso modo. L’amministrazione, entro il 10 novembre, avrebbe dovuto presentare un piano per affrontare la situazione che, purtroppo, rischia di diventare sul serio preoccupante. Sinora, non è accaduto nulla. L’amministrazione tace. Eppure -continua- il sindaco è stato proprio nei giorni scorsi alla borsa internazionale del turismo di Londra. Avrà, sicuramente, raccolto dati e indicazioni utili per valutare la situazione ed, eventualmente, il da farsi”.
Secondo il Pdl, proprio ora: “Urgono correttivi sui piani commerciali adottati sinora ed è necessario guardare ai nuovi mercati, a partire da quello russo, che sembra in forte espansione”. Secondo Cilona,  inoltre: “E’ bene che amministrazione ed operatori guardino anche alle nuove frontiere del turismo internazionale”. Il riferimento è chiaro: ecologia, territorio, cultura, storia.
Un concetto che è stato ripreso, proprio in questi giorni dalle associazioni degli operatori, secondo i quali: “Non basta più offrire sole e mare”. Aggiunge Cilona: ”Taormina ha tanto altro da offrire. Sediamoci e parliamone, ma al più preso”.

Leave a Response