Ss185, tra Giardini e Francavilla i maggiori pericoli

TAORMINA – Il pezzo compreso tra Giardini Naxos e Francavilla della Ss185 è già stato teatro di incidenti gravissimi. Tutto dipende dalla presenza di alcuni tratti che invogliano alla forte velocità. Un problema che è stato più volte valutato ma che non ha trovato alcuna soluzione. Una constatazione che è tornata di piena attualità a seguito del tragico incidente verificatosi domenica mattina che ha visto coinvolte cinque moto ed una macchina. Tragico il bilancio: un morto, un ferito gravissimo ed alcuni contusi e feriti leggeri. Ora si torna a parlare di sicurezza, di necessità di controlli, di verifiche da effettuare. Difficile capire cosa bisognerebbe fare. Certo è che qualcosa  va fatta. Pare urgente, almeno, sistemare segnali per avvertire del pericolo e per invitare alla prudenza.
Ancora, non è stata completamente ricostruita la dinamica del tragico incidente verificatosi poco distante dagli abitati di Gaggi e della frazione Trappitello di Taormina che ha causato la morte di un informatico taorminese di 36 anni. Antonino Stracuzzi è deceduto all’ospedale Papardo di Messina dove era stato trasportato, immediatamente dopo l’impatto, a causa delle gravissime ferite riportate. Stracuzzi lascia la moglie ed un figlio di soli due anni. Intanto sono emersi particolari strazianti che hanno come protagonisti i familiari dell’informatico Stracuzzi. La madre del giovane ha saputo della morte del figlio mentre si trovava su un bus in Calabria e stava rientrando in Sicilia. La donna aveva partecipato ad una gita a Roma, Pompei e Pietralcina per una visita ai luoghi di San Pio. Quando il bus è sbarcato a Messina dal traghetto, ha trovato ad aspettarla alcuni parenti che l’hanno accompagnata al Policlinico di Messina dove era stato trasportato il figlio. 
L’incidente di domenica, l’ultimo, in ordine di tempo, di una lunga serie, ha visto coinvolte sei moto ed un’auto. Ha provocato anche cinque feriti, uno dei quali, in gravi condizioni, è stato ricoverato all’ospedale S. Vincenzo di Taormina. Si tratta di Santo Benvenga di 36 anni, residente a Francavilla di Sicilia. Le sue condizioni sono considerate dai medici gravissime. Benvegna è stato trasportato al centro di rianimazione del Policlinico di Messina.
Per accertare eventuali responsabilità, hanno effettuato i rilievi di legge carabinieri e polizia di stato. Per il momento si conoscono soltanto i termini di una ricostruzione sommaria della dinamica del tragico incidente. A determinare l’impatto sarebbe stato un motociclista che procedeva verso Giardini Naxos. Nell’abbordare un curva, avrebbe effettuato una manovra azzardata che lo ha portato a scontrarsi con un’altra moto che procedeva in senso contrario. Per una tragica fatalità,  al momento dell’incidente sulla statale transitavano altre 4 moto che sono finite, inevitabilmente, contro gli altri mezzi.
I soccorritori arrivati sul posto hanno potuto solo constatare i fatti e soccorrere i feriti. La situazione più drammatica era quella che riguardava Stracuzzi. Il giovane è stato medicato sul posto per tamponare le ferite ma la sue condizioni sono apparse particolarmente gravi tanto che è stato necessario far intervenire un elicottero del 118. Antonino Stracuzzi è stato, quindi, trasportato al Papardo dove sono in funzione reparti specialistici. Purtroppo le cure alle quali è stato sottoposto non sono servite per salvarlo. Gli altri feriti sono stati visitati e medicati a pronto soccorso dell’ospedale di Taormina e, dopo qualche ora, dimessi.  

Leave a Response