Agricoltura, a S. Teresa e Nizza i “mercati del contadino”

S. TERESA – Potrebbero essere due i «mercati del contadino» che vedranno la luce nel 2009 nella riviera jonica: uno a Santa Teresa di Riva e l’altro a Nizza. Procedono speditamente, infatti, due iniziative distinte che se, come sembra, andranno in porto, consentiranno l’apertura di altrettanti «farmer’s market», mercatini nei quali i produttori locali potranno vendere frutta, verdura e ortaggi senza intermediari e quindi a prezzi sensibilmente più bassi, garantendo contestualmente qualità e genuinità.
A Santa Teresa l’iniziativa è dell’Amministrazione comunale e in particolare dell’assessore alle Attività produttive, Paolo Rifatto, che nei giorni scorsi ha incontrato i rappresentanti delle associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali. L’incontro ha avuto esito positivo e secondo quanto stabilito sarà l’Amministrazione a farsi carico di trovare una sede opportuna e assumere gli oneri finanziari. Almeno nella fase sperimentale e in attesa di finanziamenti regionali.
«Gli scopi principali dell’iniziativa – hanno spiegato le federazioni dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil al termine del confronto con l’assessore Rifatto – sono quelli di ridurre la filiera e quindi contrarre i prezzi dei prodotti, dare sbocco alle produzioni locali e avere certezza della genuinità».
A puntare forte sui «mercati del contadino» è l’assessore regionale Giovanni La Via: «Serviranno ad eliminare tutti i passaggi intermedi: l’agricoltore venderà direttamente i propri prodotti al consumatore, con la possibilità di abbattere i prezzi di almeno il 30%».

Leave a Response