Taormina. Nascita del Pdl e degli ”stati generali”

TAORMINA- Gli “stati generali della destra di Taormina” si faranno. Non si sa quando ma si faranno. E’ quanto emerso al termine di una riunione dei partiti d’opposizione tenutasi ieri sera nella sede di via Pirandello. L’assemblea, in primo momento, era stata prevista per ottobre, era stata rinviata all’inizio di novembre ed ora è stato deciso un nuovo rinvio. “Non esiste alcun problema di carattere organizzativo o politico. E’ stato deciso di aspettare la formalizzazione ufficiale del Pdl a Taormina. Faremo coincidere – dice Bruno De Vita-  i due appuntamenti: la nascita del Popolo delle Libertà e gli stati generali. Non è stata decisa, ancora, la data esatta ma, in linea di massima, l’appuntamento dovrebbe essere fissato per la fine del mese o l’inizio di dicembre”.
L’opposizione, quindi, si sta preparando ad un vertice dai connotati, se non epocali, di evidente valore politico, capace di definire in maniera nuova l’assetto della minoranza consiliare e di avviare un procedimento amministrativo in grado di incalzare la maggioranza e di proporre progetti e soluzioni sui maggiori problemi che interessano la vita della città. “La nascita del Pdl – dice Giuseppe Composto – è stata una proposta avviata, tra i primi, dal nostro gruppo e che adesso è in dirittura d’arrivo. Si tratta di creare una forte opposizione che, unita, possa seguire meglio l’attività della maggioranza e della Giunta comunale ma, soprattutto, elaborare progetti e proposte”.
A coordinare gli “stati generali” sarà personalmente l’onorevole Carmelo Briguglio, candidato sindaco alle amministrative di giugno. “L’iniziativa – ha dichiarato recentemente – non vuole avere nessuna caratteristica di evento. Si tratta di uno degli appuntamenti che avevamo annunciato subito dopo le elezioni. Ci riuniremo, circa, ogni sei mesi per valutare la situazione politica ed amministrativa. Tutto qui”.
Certo è che il primo degli appuntamenti programmati, quello che si terrà tra qualche settimana, è atteso con interesse e curiosità. Sarà la prima volta, infatti, che l’opposizione proporrà, in pubblico, la sua posizione ufficiale di fronte ai problemi, piccoli e grandi, che sono sul tappeto. “Nel corso dei lavori – dice Salvo Cilona – discuteremo certamente della situazione del nostro turismo per definire, in presenza di vistosi cali di presenze, proposte da discutere anche con la maggioranza così come annunciato in un recente ordine del giorno che è stato inserito nell’ordine del giorno consiliare ma, ancora, non affondato. A mio avviso, è questo il problema dei problemi, perché dal turismo dipendono quasi tutte le scelte amministrative”.   

Leave a Response