Savoca. Il Comune punta allo status di “Città d’arte”

SAVOCA – Dopo aver centrato, nelle scorse settimane, l’ammissione al prestigioso “Club dei Borghi più belli d’Italia”, il centro savocese punta a diventare “Comune ad economia prevalentemente turistica e città d’arte”. L’iter è già stato avviato e viene seguito costantemente dall’assessore al Turismo, Cettina Pizzolo. In quest’ottica, questa mattina si è svolto un incontro in municipio tra i rappresentati del Comune e le associazioni di categoria, dei consumatori e dei sindacati dei lavoratori che operano a livello locale, al fine di acquisire i pareri necessari da allegare alla richiesta. Incassato il “sì” delle associazioni, il Comune provvederà a inviare l’incartamento all’Assessorato regionale alla Cooperazione, Commercio, Artigianato e Pesca che con decreto del 24 gennaio 2008, firmato dall’assessore pro tempore Nino Beninati, aveva riformulato i criteri per il riconoscimento dei “comuni ad economia turistica e città d’arte”. Dal 1 gennaio del prossimo anno, infatti, si ripartirà da zero e tutti i Comuni interessati al prestigioso “status” dovranno reiterare la propria richiesta. Savoca ci prova e per far ciò dovrà dimostrare di possedere i requisiti giusti, come la presenza di beni culturali e ambientali, l’operatività nei giorni festivi di strutture museali e edifici di culto. Dovrà, inoltre, destinare una quota del Bilancio all’attività turistica.

Leave a Response