A Giardini (non a Taormina) l’evento Capodanno Gay

TAORMINA- Sarà Giardini Naxos e non Taormina ad ospitare l’ “Evento Capodanno Gay”.  La manifestazione, che dovrebbe richiamare ospiti provenienti da tutta Italia ed anche da altri Paesi europei, è stata lanciata a settembre ed ha già riscosso numerose adesioni. A promuoverla è un’agenzia di viaggi che ha trovato un sistema (tra i tanti altri esistenti) per fare cassa. In ogni caso, ha scelto un “traino” che nel taorminese dovrebbe funzionare. Taormina, infatti, è stata una della capitali gay europee. E’ forse per questo motivo che gli organizzatori hanno lanciato la manifestazione come “Evento gay Taormina”, anche se si svolgerà interamente a Giardini Naxos. Una piccola ma non innocente bugia. L’iniziativa è promossa con tutti i caratteri del “pacchetto turistico” con indicato il costo per l’intera manifestazione, quelli degli extra e così via. L’evento, quindi, non pare avere i crismi della manifestazione o del raduno. Si tratta solo di offrire una vacanza in Sicilia nel periodo di fine anno ad un certo tipo di clientela. Per questo si è messo in ballo il nome di Taormina che, sicuramente, fa più effetto di altri. Tutto, invece, si svolgerà a Giardini Naxos in un albergo che si trova sulla Consolare Valeria o meglio sulla SS114. Il programma, in ogni caso, prevede una “Escursione facoltativa a Taormina” per la mattina del 31 dicembre. Un altro extra è costituito da una gita, sempre facoltativa, all’Etna. Il cenone e “la notte di fine anno”, invece si terrà nell’albergo di Giardini Naxos, così come tutti gli altri intrattenimenti che avranno inizio il 30 dicembre e si concluderanno il 3 gennaio del 2009.
L’evento è stato presentato come “Una 5 giorni all’insegna del puro divertimento”, una manifestazione ricca di eventi, una maratona festosa allietata da ospiti internazionali interamente dedicato a gay e lesbo per i quali si esibiranno artisti che lasceranno senza fiato i partecipanti”. Annunciata la presenza di: La Cesira ed il suo staff; Wanda Gastrica; i Karma B; Charlie Gnocchi; Ana Laura Ribas e poi ballerini e drag queen. Tutti artisti legati in qualche maniera agli ambienti gay, stravaganti, fuori dai normali canoni.

Leave a Response