Scaletta. Incendiate 3 auto, una del comandante dei Vigili

SCALETTA ZANCLEA – Piromani in azione nella notte tra domenica e ieri, che hanno incendiato tre auto parcheggiate sul corso Sicilia, una strada che si snoda a un centinaio di metri a monte della statale 114, sotto il muro di protezione dell’autostrada. I carabinieri non escludono che ad essere presa di mira sia stata solo un’autovettura.
Coinvolte nel rogo sono state una Ford Fiesta targata DN436GE, una Ford Fiesta targata DF288MN e una Fiat 500 targata ME611038 di proprietà rispettivamente di Letterio Alì,  comandante dei vigili urbani di Scaletta Zanclea, di Santi Geraci proprietario di una sala giochi e di Antonina Molino, casalinga, tutti residenti a Scaletta Zanclea..
Sono intervenuti i vigili del fuoco di Messina che hanno spento le fiamme che ancora si sprigionavano dalle tre carcasse. Sulla natura dolosa dell’incendio pare non ci siano dubbi. Vengano seguite in particolare le piste della vendetta e dell’attentato.

Il comandante dei vigili urbani, Letterio Alì, da noi intervistato, esclude che l’atto intimidatorio lo riguardi direttamente perché ”la prima auto che ha preso fuoco è stata quella di Geraci – sottolinea –  titolare della sala giochi, e poi le altre due, compresa la mia, che si trovavano lì accanto”.

Il sindaco di Scaletta Zanclea, parla di un atto che ”preoccupa l’opinione pubblica  per questo mi auguro che gli inquirenti possano fare chiarezza”.

Leave a Response