Taormina, sportello al servizio di Enti locali e cittadini

TAORMINA – Accordo fatto tra la Provincia Regionale di Messina ed il Comune di Taormina per la creazione di uno sportello multifunzionale a servizio degli enti locali e dell’utenza. L’ufficio, una sorta di delegazione della Provincia, sarà aperto a Taormina e sarà a servizio diretto dei cittadini e degli amministratori del comprensorio taorminese.  L’accordo tra Comune e Provincia è stato trovato al termine di un vertice svoltosi a Palazzo dei Giurati ed al quale hanno partecipato il sindaco, Mauro Passalacqua, e gli assessori provinciali Renato Fichera (lavoro ed occupazione), Mariella Perrone (pari opportunità ed URP), Mario D’Agostino (politiche culturali).
“Il progetto, che interessa tutta la provincia, prevede –dice Fichera- la creazione di uffici capaci di dare risponde pronte e competenti agli amministratori ed ai cittadini. Al suo interno, opereranno almeno due unità capaci, tramite anche collegamenti telematici, di fornire indicazioni su questioni di competenza della Provincia. Mi riferisco, tra l’altro, –continua- a scuole, viabilità, commercio, turismo”. “In ogni caso –aggiunge l’assessore Perrone- a turno a Taormina come negli altri uffici della provincia, saranno presenti, a turno, tutti i componenti della giunta provinciale. In questa maniera si concretizzerà un collegamento diretto con la base, con quanti hanno bisogno di avvalersi dei servizi della Provincia che potrà, così, dare risposte in tempo reale e abbattere alcuni tempi della burocrazia. Ogni sei mesi sarà verificata l’attività degli uffici e l’utilità dell’iniziativa”. Secondo Fichera, lo sportello di Taormina potrebbe essere attivo a dicembre, prima della fine dell’anno. “Tutto dipende –spiega- dal Comune al quale la Provincia chiede la disponibilità di due stanze per istallare l’ufficio”. I tre assessori provinciali, dopo Taormina, sono stati al Comune di Francavilla di Sicilia e di Cesarò dove il progetto per la creazione degli sportelli multifunzionali è in fase di attuazione. A Francavilla il comune ha già messo a disposizione i locali necessari. A Cesarò, invece, gli amministratori della Provincia si apprestano a siglare il protocollo d’intesa con il Comune.

Leave a Response