Taormina, al via III Congresso nazionale di selvicoltura

TAORMINA – Sarà l’assessore regionale all’Agricoltura, Giovanni La Via, a rappresentare il governo della Regione siciliana alla cerimonia di inaugurazione del III Congresso nazionale di selvicoltura che prenderà il via domani, giovedì 16 ottobre alle ore 10, al San Domenico Palace di Taormina alla presenza del ministro per le Politiche Agricole e Forestali, Luca Zaia, del comandante del Corpo Forestale dello Stato, Cesare Patrone, e del comandante del Corpo Forestale della Regione Siciliana, Michele Lonzi.
A guidare la componente scientifica dell’evento Fiorenzo Mancini e Orazio Ciancio, rispettivamente presidente e vice dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali, sarà invece Ivan Lo Bello, presidente siciliano di Confindustria, a rappresentare il mondo imprenditoriale. Fra i delegati anche il direttore della divisione Economia e Prodotti Forestali della Fao, Wulf Killmann. Proprio alla Fao, infatti,  in occasione dell’European Forest Week che si svolgerà a Roma a partire dal 20 ottobre sarà presentata la mozione congressuale finale.
“Essere i padroni di casa del Congresso Nazionale di Selvicoltura, a dieci anni dall’ultima edizione e ad oltre 50 anni dalla prima, è una grande opportunità per la Sicilia – dice l’assessore La Via –. Ritengo, infatti, fondamentale per il futuro della nostra terra e di tutti i siciliani lo studio e il confronto scientifico sui temi congressuali, dall’analisi delle principali funzioni ecologiche del bosco in relazione al cambiamento climatico, alla conservazione dell’acqua, alla lotta alla desertificazione su tutta l’area del Mediterraneo. Il congresso, sia per i temi trattati, sia per gli illustri relatori che si succederanno nei quattro giorni, è una grande occasione che la nostra Sicilia deve sfruttare per ritornare ad essere al centro del “mare nostrum”. Gli organizzatori – conclude La Via – possono stare certi che i risultati che verranno fuori dal congresso saranno sicuramente delle “raccomandazioni” che la classe politica siciliana terrà in considerazione, con un obiettivo comune: promuovere e diffondere la cultura del bosco”.

Leave a Response