Droga a Taormina, Giardini e Letojanni: sette condanne

MESSINA – Il gup del Tribunale di Messina, Massimiliano Micali, ha inflitto sette condanne per lo spaccio di droga nel comprensorio di Taormina scoperto con l’operazione “Argo”, che scattò nel luglio del 2007. Disposta anche un’assoluzione, per Nicola Trovato. A conclusione del giudizio con il rito abbreviato, il gup ha inflitto la condanna a tre anni per Salvatore Marino mentre ha deciso la pena di due anni e quattro mesi per Rosario Testa e Cristian Cullurà. Condanne inferiori per tutti gli altri, in particolare due anni sono stati inflitti a Giovanni Galeano e Giovanni Talio e un anno e quattro mesi a Rosario Russo. Infine condannato a due anni e due mesi Roberto Paparo. L’indagine ha smantellato tre gruppi che si erano specializzati nello spaccio di droga tra Taormina, Giardini Naxos, Letojanni. L’attività ruotava attorno ad una serie di persone che assumevano le redini dello spaccio in base alla capacità di rifornirsi di droga, ottenendo il prezzo più conveniente.
Al centro dell’inchiesta, sfociata nel luglio del 2007 in una serie di arresti, una vera e propria “cooperativa dello spaccio” di personaggi di medio calibro, che si erano specializzati nel traffico di sostanze stupefacenti nell’intero hinterland del Taorminese. L’accusa principale contestata a quasi tutti gli indagati è associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti.

Leave a Response